Il sambuco potenzia le difese immunitarie
Erbe e fitoterapia

Il sambuco potenzia le difese immunitarie

Le bacche di quest’albero selvatico sono un concentrato di vitamine e sostanze antiossidanti, che combattono le infiammazioni, depurano e attivano gli anticorpi

Albero sacro per i druidi, il sambuco (Sambucus nigra) cresce nei pressi dei fiumi e dei torrenti e nelle zone umide dei boschi. I suoi estratti, noti ai guaritori di tutte le Tradizioni, hanno il potere di far riassorbire le secrezioni e quegli stati infiammatori latenti e irrisolti che tendono a indebolire il sistema immunitario in ogni periodo dell’anno. Della pianta di sambuco gli erboristi utilizzano per scopi terapeutici i fiori ma anche le piccole bacche bluastre, che iniziano a maturare a luglio inoltrato e dalle quali si ricavano confetture e in particolare un succo, che depura, sgonfia e combatte le infezioni batteriche e virali.

Bevi il succo due volte al giorno per un mese, diluito in acqua naturale

Richiedi in erboristeria il succo di sambuco biologico e diluiscine un cucchiaio in un grande bicchiere d’acqua: bevine un primo bicchiere la mattina prima di colazione e un secondo a metà pomeriggio. Se preferisci, puoi anche sciogliere il cucchiaio di succo di sambuco in una bottiglietta d’acqua da 500 ml e berla a piccoli sorsi. Prosegui per un mese e poi ripeti la cura a ogni cambio di stagione e soprattutto in autunno e in inverno, quando aumenta il rischio di contagi e di malattie da raffreddamento.

E se vuoi prepararlo tu, fai così

Raccogli 100 grammi di bacche di sambuco fresche (le trovi anche essiccate, in erboristeria). Coprile di acqua e falle sobbollire per 2 ore insieme a 5 chiodi di garofano, un cucchiaio di zenzero grattugiato e due cucchiaini di cannella in polvere. Lascia raffreddare l’elisir per un’ora e poi filtra fino a ottenere uno sciroppo liquido limpido. Aggiungi mezza tazza di miele e conserva il tuo elisir in una bottiglia di vetro a chiusura ermetica. Puoi diluire questo sciroppo in acqua, secondo le modalità che ti abbiamo appena indicato, o assumerlo al naturale, in caso di tosse e bronchite.

Combatte la distensione addominale e il meteorismo

Spesso chi assume troppi zuccheri soffre di fermentazioni e di gonfiori addominali, provocati proprio dal ristagno del glucosio a livello intestinale: per evitare questi problemi, è di nuovo utile il succo di sambuco, che regola dolcemente la motilità intestinale, combatte il meteorismo e contrasta anche la tipica alitosi che si si manifesta in caso di intolleranza agli zuccheri e iperglicemia. In questi casi, assumi un cucchiaio di succo di sambuco bio al mattino, prima di colazione, e fino a 4 cucchiai al giorno in caso di stipsi e gonfiore persistente. Prosegui finché il gonfiore non scompare.

Con i fiori puoi preparare uno sciroppo che abbassa la febbre

Finché la maturazione delle bacche non è ancora iniziata, e comunque entro il mese di giugno, puoi raccogliere i fiori del sambuco: svolgono una naturale azione diaforetica e sfebbrante, combattono la sensazione generale di indolenzimento dovuta all’influenza e rinfrescano l’organismo. Utilizzali per preparare uno sciroppo casalingo: mettine una ventina, lavati, asciugati e privati dello stelo verde, in una brocca alternandoli con 6 limoni biologici tagliati a fettine (con la buccia), ricopri il tutto con acqua fredda, sigilla con pellicola trasparente e fai riposare al fresco (o in frigorifero) per 48 ore. Dopo questo tempo, filtra il liquido e versalo in una pentola con 1,2 kg di zucchero e un cucchiaio di aceto di mele, fai bollire per 15-20 minuti, finché lo zucchero non si è sciolto, fai raffreddare e imbottiglia. Per ottenere una bibita sana e dissetante, calcola 2 cucchiai di sciroppo di sambuco per ogni bicchiere d’acqua. Lo sciroppo casalingo si conserva in frigorifero per 2 settimane.

Attenzione! Non confonderlo con la Phytolacca

Le infiorescenze del sambuco hanno una forma allargata “a ombrello” e non vanno confuse con le bacche della Phytolacca: quest’ultima è una pianta infestante i cui frutti hanno un colore molto simile a quelli del sambuco ma sono fortemente tossici e, dunque, non vanno ingeriti.

TAG
SAMBUCO
APPROFONDISCI
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario

Sconfiggi virus e batteri potenziando le autodifese dell'organismo

CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?