Astragalo, una barriera contro i malanni da freddo
Erbe e fitoterapia

Astragalo, una barriera contro i malanni da freddo

È un rimedio naturale cinese che migliora la risposta immunitaria contro le aggressioni di germi e batteri: con gli abbinamenti giusti ne potenzi l’effetto

Per non ritrovarsi spiazzati nei confronti dei più subdoli malanni di origine batterica o virale e per combattere stress e malesseri vari che indeboliscono il sistema immunitario, il vero alleato naturale è l’astragalo. Nella medicina tradizionale cinese, l'astragalo è la pianta per eccellenza per potenziare il sistema immunitario. L’astragalo ha grandi proprietà terapeutiche: è in grado di aumentare la normale attività antivirale delle cellule, contrastando l’insorgenza di febbre, tosse e raffreddore. Questa particolare azione è dovuta alla presenza di alcune sostanze, i polisaccaridi, capaci di stimolare la milza e i linfonodi, sede dello sviluppo del sistema immunitario. Ma non è tutto: l'astragalo possiede anche al suo interno un grande quantitativo di una molecola chiamata saponina: essa è in grado di sollecitare l’attività di una particolare forma di cellule immunitarie, le “natural killer”, particolarmente importanti nella distruzione delle cellule infettate da virus e delle cellule tumorali.

Meno affaticati, più energici

Quando si parla di piante adattogene, ovvero vegetali capaci di produrre un generale miglioramento delle condizioni psicofisiche, non si può trascurare l’astragalo: questa pianta è capace di stimolare il metabolismo e la longevità delle cellule, aumentando quindi la resistenza allo stress. Ecco perché l’astragalo è indicato particolarmente nei periodi di stanchezza, e affaticamento. Non solo, è molto utile anche dopo un trattamento con antibiotici, perché ha anche un’azione depurativa: elimina dai tessuti gli accumuli di scarti tossici dovuti all’utilizzo di medicinali e drena i ristagni.

Tonifica il fegato e stimola la sintesi di anticorpi

Lo sapevi che l’astragalo è capace di proteggere il fegato? In un recente studio è stata valutata la capacità delle saponine contenute nella pianta di difendere gli epatociti, ovvero le cellule che compongono il fegato. L’analisi ha dimostrato che le saponine sono in grado di salvaguardare il fegato dai danni indotti da alcune sostanze tossiche. Questo risultato sembra indicare che l’azione epatoprotettiva dell’astragalo dipenda soprattutto dalla sua attività antiossidante.

Va assunto ogni giorno per un mese

Il modo migliore di utilizzare l’astragalo è quello che prevede l’assunzione di piccole fiale da 10 millilitri che puoi trovare tranquillamente in erboristeria. Come dosaggio, assumi le gocce contenute in una fiala, al mattino, diluita in un bicchiere d’acqua, per un mese. In alternativa, ci sono le capsule di estratto secco da 250 mg: assumine 4 distribuite nella giornata.

Non va preso in gravidanza

L’unica precauzione è quella di non usare l’astragalo in gravidanza o durante l’allattamento in quanto non ci sono dati disponibili sull’effetto di questa pianta sul feto e sul neonato.

Abbina così l’astragalo e ne potenzi gli effetti

L’estratto in compresse di astragalo è un rimedio fitoterapico molto versatile: basta combinarlo con succhi di frutta, verdura e minerali per ottenere dei “nuovi” integratori, che aiutano a risolvere disturbi come la stasi circolatoria, l’influenza e l’intossicazione epatica. Ecco qualche esempio di cosa abbinare all’astragalo:

  • Succo d’uva (per rendere più elastiche le pareti di cuore e arterie)
  • Magnesio citrato (per sostenere l’apparato osteoarticolare e allentare le tensioni muscolari)
  • Spremuta di arancia (per evitare influenze e dermatiti)
  • Tarassaco (per drenare i tessuti epatici)
TAG
ASTRAGALO
SISTEMA IMMUNITARIO
APPROFONDISCI
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario

Sconfiggi virus e batteri potenziando le autodifese dell'organismo

CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?