Bellezza
Cardo e borragine, i tuoi antiage naturali

Il cardo mariano e la borragine sono considerati da sempre dei veri e propri antiage che depurano il fegato e rigenerano la pelle: puoi usarli nel bagno o preparare ottimi decotti...

Cardo e borragine sono potenti piante antiage, grazie alle quali è possibile regalarsi un vero lifting naturale senza effetti collaterali. A giugno i fiori, le foglie, le erbe stanno raggiungendo il massimo delle capacità terapeutiche, prima che il sole estivo le renda meno efficaci.  Cardo e borragine mariano sono fondamentali proprio questo mese, in particolare il cardo, detto “santo” o “benedetto” perché anticamente i frati lo consideravano una panacea divina, che ridava energia, luce e memoria al cervello e ripristinava l’intelligenza antica del corpo, quella da cui siamo nati e che ci fa vivere.  La loro principale azione antiage consiste nella depurazione del fegato, dell’intestino e della pelle, il tessuto che è in contatto continuo con il mondo esterno.

Leggi anche: borragine, proprietà, benefici e modi d'uso

La borragine, elisir antiage per la pelle

La borragine cresce nei luoghi incolti. Le foglie, ricoperte da una fitta peluria, rivelano una natura "scontrosa": non ama farsi toccare, avvicinare dagli animali e dagli uomini. Per analogia, ricorda a ciascuno di noi che ogni tanto stare da soli rigenera, ci regala benessere interiore. Se volete usare la borragine, raccoglietene le sommità fiorite, insieme alle foglie. Filtratela per eliminarne i peli dei fusti e impiegatela nella vasca da bagno. Preparatela prima depositando nell’acqua tiepida i fusti fioriti della pianta. Così, avrete un vero elisir per la pelle: la rigenera, toglie le impurità, la ripara dai danni dell’inquinamento. Per gli antichi il bagno nella borragine era in grado di favorire anche entusiasmo e buonumore.

 

Prepara un decotto che rigenera il fegato

La medicina della Tradizione vedeva la borragine anche come la “forza verde” della rigenerazione del fegato. Il decotto si prepara facendo bollire 10 grammi di pianta fresca in mezzo litro di acqua per 5 minuti e poi si fa riposare. Si filtra e si bevono 2 tazze: una a colazione e l’altra un’ora dopo cena. Non fatevi sfuggire le foglie tenere di borragine: fatele bollire insieme al cardo mariano e otterrete una minestra che è un potente depurativo del fegato, dell’intestino e della pelle.

Il cardo mariano ti regala energia 

Il re della depurazione del fegato è proprio il cardo mariano. che ringiovanisce ques'organo importantissimo, regala energia e alza il tono dell’umore. Inoltre, il cardo ripulisce l’intestino e lo disinfiamma. Il suo sapore amaro lo collega, come ben sapevano i cinesi, alla bile. È la pianta della forza vitale: cresce anche lei spontaneamente nei luoghi incolti e gli antichi erboristi "vedevano" nei suoi fiori il sole che splende, che ripopola di luce, di vitalità, di giovinezza i nostri tessuti. Per combattere le infiammazioni del fegato, che è l’organo della rigenerazione, fate il decotto con foglie, radici e semi: fatene bollire un cucchiaino per 2-3 minuti e bevetene una tazza prima dei pasti. Cercate anche le giovani foglie del cardo mariano, liberatele dalle spine, e bollitele. Cambiate l’acqua 2-3 volte per mitigare il sapore amaro e poi fatene delle minestre o consumatele bollite, con l’olio di oliva e di lino. Per il bagno, insieme alla borragine, aggiungete il cardo santo: mettete nella vasca le sommità fiorite, dopo aver tolto le spine: otterrete un bagno davvero tonificante.

APPROFONDISCI
10 super alleati per la tua bellezza
Le sostanze più efficaci per la pelle: la mantengono tonica, elastica e idratata
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?