VIDEO Giornata della Memoria: elogio della saggezza ebraica

In occasione della Giornata della Memoria, Raffaele Morelli parla di quanto la cultura ebraica abbia influenzato profondamente il suo pensiero e quello di tutta la psicologia

Voglio parlarvi dell’ebraismo, non solo per soffermarmi sulla tragedia della Shoah, ma anche per ricordare quanto abbiamo ancora da imparare da quella cultura. Basati pensare che Carl Gustav Jung, una delle massime coscienze che ha avuto l’occidente, affermava spesso che tutto ciò che aveva imparato lo doveva al Magid, un grande saggio ebraico vissuto un secolo e mezzo prima di lui. Il nazismo, sterminando 6 milioni di ebrei, ha commesso anche un altro crimine di cui forse si parla poco: ha eliminato alcune delle grandi coscienze che nel mondo ebraico raccontavano le leggi dell’anima.

raffaele morelli

Vuoi ricevere in anteprima gli articoli del dott. Morelli?

Iscriviti alla newsletter di Raffaele Morelli: ogni venerdì riceverai un articolo del dott. Morelli, da leggere comodamente nel corso del weekend.

ISCRIVITI ORA

L’ebraismo mi ha insegnato qualcosa di fondamentale per la mia pratica clinica: anche nei momenti più difficili, c’è qualcosa di misterioso che proviene dal nulla e che sta vegliando su di noi. Non smettiamo mai di ricordare la tragedia dello sterminio ma non smettiamo mai nemmeno di imparare ciò che ha da insegnare a tutti noi quella cultura antichissima, pregna di una sapienza quanto mai utile anche nei difficili momenti che il mondo sta attraversando oggi.

Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?