VIDEO Per ringiovanire, affidati alla magia dell'anima

Metti da parte abitudini, certezze e luoghi comuni sulla terza età. Così farai scendere in campo l'energia sconosciuta che fa compiere il tuo destino

Oggi vi parlo del nuovo numero di AntiAge, dedicato all’importanza del dimagrimento per ringiovanire. Vi parlo della psiche, di come far perdere peso... alla psiche! Che cosa vuole dire? Che dentro ogni uomo e ogni donna abita un’energia che sa ringiovanire spontaneamente. Ascoltate questa storia: “Dottore, sapesse, dopo questo matrimonio che dura da 30 anni, con tutti i problemi che mi ha creato e mi crea, per forza mi viene la depressione”. Un'altra signora di 54 anni, racconta: “Non me la sento di venire da sola ai suoi gruppi, perché in genere mi accompagna mio marito, il quale è la causa di tutti i miei conflitti".

Devi scendere in campo adesso

Nella maturità, dopo i 40 anni, una donna deve a scendere in campo, magari non l’ha fatto prima per anni, ma adesso è costretta a farlo. Che cosa vuole dire scendere in campo? Quello che ho detto l’altro ieri a un’altra signora che mi aveva inviato una mail bellissima e alla quale - cosa che faccio ogni tanto - ho telefonato. Lei mi ha chiesto: “Come faccio a far durare questo mio innamoramento? Lui è titubante perché non gli piace che viviamo lontani, vorrebbe che vivessimo insieme, ma io non ho questo desiderio”. Cosa si deve fare in questi casi? Far scendere in campo la donna interiore, chiedendoti: io cosa desidero davvero? Per saperlo, c’è un esercizio molto importante da fare: diventare, per qualche minuto nella giornata, impersonale. Come se tu chiudendo gli occhi, sentissi di non esistere, come se non fossi la persona che conosci. Vuol dire rivolgerti a te stesso dicendo: “Io non sono il Raffaele che conosco, la Giovanna che conosco, io sono qualche cosa d'altro”.

Prova a diventare sconosciuta

Diventare impersonale vuole dire riconoscere che c’è qualcosa di me che non è razionalmente prevedibile, costruibile. Non posso dirmi come devo diventare, non posso dirmi come voglio essere. Devi eliminare tutti i pensieri inutili: dimagrire la mente. Impersonale vuole dire che c’è un'altra persona dentro di me, fuori dal tempo, come un sogno che non conosco. Questa "persona impersonale" sa cose che non mi sognerei mai di sapere. “Dottore, ho scoperto che alla nostra età, lui 58 anni e io 54 anni, a me piace fare l’amore, ma poi tornare a casa mia. Lui invece fa di tutto per vivere insieme”. Sono tantissime le donne che arrivate a una certa età, alla maturità, l’età migliore per il sesso, vogliono l’indipendenza. Molti uomini, invece, nella donna vedono anche la madre e desiderano vivere insieme per trasformare e imbrigliare l'eros fra le mura di casa.

Fai scendere in campo l'energia eterna del femminile

Per fare questo, bisogna diventare sempre più impersonale, e dirsi questa frase magica: “Non sono io che posso decidere”. Deve farlo una signora antica dentro di me, antica come il mondo, che mi guarda e mi fa sentire nel momento opportuno che cosa è utile per me. Ecco un esempio: “Dottore, una mia amica mi ha presentato Giovanni. Non mi è piaciuto proprio per niente, ma tutti a dirmi: è l’uomo per te, adesso che sei sola da tanto tempo, gli piaci tantissimo. Io però ho sentito come una voce da dentro che mi diceva di star lontana. Dopo qualche mese, lui si è messo con una mia amica e lei è entrata in un inferno perché è ossessivo, la perseguita. Io non lo sapevo, ma qualcosa dentro di me ha visto giusto”.

Fidati di te

La maturità è il momento giusto per fidarti di te, non c’è un altro momento e adesso che noi andiamo avanti nel tempo, abbiamo bisogno sempre di più di essere impersonali. “Dottore, mi è capitata l’occasione di cambiare lavoro. Lo desideravo tanto. A 60 anni, mi hanno offerto la cosa che avrei sognato 40, ma i 60 anni non sono i 40! Sono indecisa, chi sa da dove mi viene questa indecisione?". Le cose che ti vengono, che non hai previsto e non hai programmato sono i codici dell’anima, quindi rispetta l’indecisione. Un mio collega molto in gamba mi diceva: “Ma perché il Sé, il nostro nucleo, la nostra semenza non compare mai? E perché l’anima non interviene mai a dirci cosa dobbiamo fare, mentre il mio Io e i miei pensieri sono pieni di certezze?” Perché il regno che ti crea, che ti caratterizza vive in un paesaggio che non vuole il tuo pensiero, il tuo modo di vedere il mondo, le tue opinioni, ma vuole fare le azioni che corrispondono a ciò che sei. Vuole che fai le cose che quella bambina o quel bambino faceva in modo spensierato. “Ma adesso che ho 65 anni, come posso essere spensierata?” Adesso devi essere più spensierata di prima, perché è esattamente questo che ti ringiovanisce. Buona lettura!

AntiAge è disponibile sia in edicola che sul nostro store online.

ACQUISTA ORA

Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?