VIDEO Spazza via l'ansia dalla tua vita

L'ansia non dipende da qualcosa o da qualcuno, ma dal fatto che non stai vivendo la vita che ti spetta: se fai le mosse giuste, la mandi via subito!

Vi parlo del nuovo numero di Riza Psicosomatica e per farlo, prendo spunto dal caso di una signora, che mi ha contattato per dirmi che da quando è morta sua sorella, un anno e mezzo fa, lei sarebbe entrata in uno stato di ansia "permanente". Mi racconta anche di aver iniziato un percorso di psicoterapia ma, stando sempre peggio, decide di ricorrere agli psicofarmaci. Inizialmente sta meglio, poi cominciano gli effetti collaterali: vertigini, stordimento, nausea. E dopo un po' l'ansia, che si era attenuata, ritorna. I dosaggi dei farmaci vengono aumentati ma non sortendo effetto, in accordo col medico decide di diminuirne il consumo fino a eliminarli, andando poi incontro agli effetti collaterali della sospensione. Nel frattempo, l'ansia era tornata come prima e, parlandomene, questa signora tornava a ripetermi di soffrirne dalla morte della sorella.

L'ansia non dipende dagli altri

Durante il colloquio, mi dice anche una frase che mi colpisce: "Io non ero preoccupata di assumere psicofarmaci, anche se mi hanno fatto ingrassare molto. Quel che mi disturbava era che non sentivo più la mente lucida come prima." Aggiunge poi che la sua ansia, che attribuiva alla morte della sorella, dipenderebbe anche dal rapporto col marito, descritto come un uomo oppressivo e controllante. Ho ricordato a questa signora che in tutti i mei libri, su Riza Psicosomatica o nei corsi che conduco, affermo che se vogliamo dire addio dall'ansia occorre prima sradicare alcune convinzioni errate: la prima è che l'ansia dipenda da qualcuno. Bisogna liberarsi dall'idea che l'ansia abbia una causa esterna identificabile. La morte della sorella è stato certamente un grande dispiacere, ma fa parte della vita e a ognuno di noi toccano certi dolori. Ronald Laing, un grande psichiatra col quale ho avuto il piacere di lavorare, affermava che nella vita ci sono dolori inevitabili che però ci rendono più umani, più maturi, unici...

Stop ai lamenti

Dobbiamo sopportare questi dolori e trasformare le persone che non ci sono più in immagini interiori, in "compagni di viaggio", non farli diventare alibi. Nei gruppi che conduco, mi capita spesso di vedere uomini e donne che, ad anni di distanza dalla perdita di una persona cara, hanno azzerato la loro vita, passando il tempo a lamentarsi per quel che è capitato. Questa signora ha confermato che tutti i suoi conoscenti sapevano del lutto della sorella morta e dei suoi problemi col marito. Non è questa la strada per vincere l'ansia.

Se non vivi la tua vita arriva l'ansia

Dentro di noi esiste un'energia incontaminata, la stessa che trasforma un uovo in pulcino. Questa energia ci crea in ogni istante: se le impediamo di "fare la sua parte", si trasforma in ansia.  Quindi tutte le volte che soffriamo di ansia, la sola domanda da farsi è: "Cosa non sto vivendo?" Quale lato di me non esprimo? L'ansia è la battaglia dell'inconscio contro la palude energetica che stai diventando e a questo è dedicato il numero di Riza Psicosomatica in edicola. Le numerose e mail che arrivano ogni giorno in redazione confermano che, quando smettiamo di lamentarci e di identificare la causa dell'ansia, e ci affidiamo a un personaggio interno, sconosciuto, a un'energia incontaminata che abita tutti noi, puntualmente arrivano miglioramenti significativi. Mi fa davvero piacere quando qualcuno mi scrive dicendomi: "Dottore, mi è passata l'ansia da quando ho smesso di parlarne con tutti". Quando lo si fa, quell'energia incontaminata, non più bloccata dai ragionamenti, dai lamenti o dai giudizi, scende in campo e ti "porta a casa", sulla tua strada e tu non attribuisci più a nessun altro la "colpa" di quel che sei. Se cambi l'atteggiamento mentale, quell'energia incontaminata ti regala salute e benessere e fa tramontare l'ansia. Buona lettura!

Riza Psicosomatica è disponibile sia in edicola che sul nostro store online.

ACQUISTA ORA

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?