VIDEO Finalmente mi vado bene come sono!

Con la maturità possiamo davvero scoprire che è possibile star bene con noi stessi: sul nuovo numero di AntiAge ti spieghiamo come fare

Sul nuovo numero di Antiage in edicola, i nostri esperti nutrizionisti e medici parlano approfonditamente del magnesio, una sostanza capace di ricaricarci di energia vitale. Oggi sappiamo che uno dei meccanismi che più favoriscono la degenerazione dei tessuti è l’acidosi, da cui derivano le infiammazioni. Il magnesio è la sostanza che più di tutte disinfiamma e favorisce la rigenerazione cellulare. Ma per mantenersi giovani, occorre anzitutto occuparsi della salute della psiche, che non è qualcosa di costruito su regole esterne da seguire.

Sorprendersi sempre, il più grande farmaco Antiage

Com’è dunque una psiche che nella maturità tiene viva la giovinezza? Anzitutto è imprevedibile: chi non lo è, invecchia. Una grande psicoterapeuta, Maria Louise Von Franz ricordava come a ottant’anni il suo maestro Carl Gustav Jung diceva e faceva sempre cose nuove, sorprendendo tutti i suoi allievi. Era l’uomo della vera giovinezza. A proposito di imprevedibilità, una lettrice di Antiage mi ha scritto in questi giorni dicendomi del grande disagio che provava da tempo verso il marito, col quale da tempo l’intimità sessuale era scomparsa. “La sola idea di avvicinarmi a lui mi provocava un vero fastidio fisico”, mi racconta. Legge però sulla rivista di come l’immaginazione e la fantasia siano veri farmaci per il cervello. Allora, chiudendo gli occhi, questa signora si è immaginata che lui non fosse proprio il marito ma un uomo di altri tempi, uno che le piaceva molto. E si è immaginata anche lei diversa, non la solita donna di sempre. In questo modo la signora ha ripreso a fare l’amore con suo marito dopo anni, continua a farlo, al punto di aver abbandonato un amante con il quale il rapporto era diventato tormentato. “Sono diventata io l’amante di mio marito, ma perché tutto questo funzioni devo immaginare di essere un’altra”.

Via dai luoghi comuni e dai moralismi: ti invecchiano!

Stimolati da questa narrazione, per preparare questo numero di Antiage io e gli altri autori ci siamo soffermati molto sul senso profondo delle bugie, sul travestimento “psichico”: poiché il nostro cervello è antichissimo, ci siamo ricordati degli antichi dei. I greci ad esempio avevano Hermes, un dio mentitore che però è anche un dio bambino, il dio della medicina, della cura e dei sogni. Per restare giovani occorre uscire dal moralismo che afferma che se sei moglie o marito devi comportarti in un certo modo e solo in quello, come ha fatto quella signora. Più di tutto, non si deve ascoltare chi dice frasi come: “Ma dai, alla tua età pensi ancora al sesso?”. L’eros è una forza rinnovatrice che rigenera le cellule, è la vera eterna giovinezza, a patto di abbandonare le identità fisse. Le donne che vogliono restare giovani devono uscire dalla morale comune e imparare a stare anche con i lati di loro che le convenzioni non accettano. Buona lettura!

AntiAge è disponibile sia in formato cartaceo che digitale.

ACQUISTA ORA

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?