VIDEO Impariamo a superare la paura del contagio

Esistono tecniche psicologiche molto efficaci per superare le angosce e le ansie di questo momento difficile, basate sulla cedevolezza e sull’immaginazione…

Vorrei fare una nuova riflessione sul difficile momento che stiamo attraversando e la introduco con questa breve frase: "Ricordati di te". Sono le parole con cui Johann Wolfgang von Goethe ci insegna che anche nella tempesta ognuno di noi ha il compito di prendersi cura di se stesso e di chi lo circonda. Mi sembra stia accadendo che il contagio causato dal Coronavirus e le restrizioni che dobbiamo subire per difenderci, ci facciano dimenticare il fatto che ognuno di noi ha una specie di "contratto" con la vita.

Nella tempesta, non perdere la rotta

La psicologia del profondo sa che dentro di noi esiste un centro, che ha chiamato il Sé. Si tratta di una guida interiore che mai come in questi frangenti dovremmo ascoltare. Nei momenti difficili non si devono prendere decisioni, ma ricordarsi del timoniere interiore che abita tutti. Bisogna dirsi: “Io non sono quello in balia del virus: sono quello che prende tutte le precauzioni del caso, ma continuo a seguire la mia rotta”. Non posso parlarvi del virus, non è mia competenza, ma posso dirvi quanto è importante che la nostra psiche sia a contatto col benessere, perché se continuiamo a pensare e a parlare solo del virus, l’angoscia che auto-creiamo impatta sul sistema immunitario e lo indebolisce. I bambini hanno imparato in fretta le regole base: lavarsi le mani, non baciarsi, non toccarsi. Fatto questo, tornano a giocare: dovremmo imitarli...

Così puoi far passare i timori eccessivi

Molte persone mi chiedono cosa fare in questi giorni per non farsi sopraffare timori e angosce. Ecco un esercizio molto efficace che faccio spesso coi gruppi terapeutici. Si chiudono gli occhi, si percepisce bene l’ansia che arriva, non ci si oppone, si immagina che l’agitazione pervada tutto il corpo, si cerca in quale punto del corpo il disagio si manifesti con maggiore intensità, e si mette una mano su quel punto, lasciando i pensieri sullo sfondo. Contemporaneamente, immagino un profumo o un fiore con cui sento una particolare affinità e lascio che questa immagine si depositi dentro di me.

L’immaginazione è la tua arma segreta

Questo esercizio può essere fatto ovunque e da chiunque: ci ricorda che quella guida interiore che tutti abbiamo sa placare le nostre paure e le ansie, se solo ci facciamo un po' da parte e gliele affidiamo attraverso la cedevolezza. L’esercizio che vi ho proposto serve a questo: e a ricordare la centralità dell’immaginazione per il nostro benessere psicologico, come ricordava il grande psicoterapeuta Carl Gustav Jung. Dobbiamo ascoltare i medici che ci danno le giuste indicazioni di comportamento da adottare, ma occorre anche ascoltare noi stessi, la nostra interiorità, per evitare di farci prendere dal panico in modo immotivato. E per evitare strascichi psichici quando questa emergenza sarà solo un ricordo. Stiamo fermi e accogliamo il disagio con fiducia: passa più in fretta!

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?