Via ansia e stress senza psicofarmaci

Troppe persone assumono quotidianamente psicofarmaci per combattere disagi e malesseri: ma un altro modo di curarsi e ritrovare salute e benessere esiste...

Recenti indagini sostengono che circa 12 milioni di italiani utilizzino psicofarmaci; la moderna ricerca psichiatrica afferma però che solo il 10% di loro ne avrebbe realmente bisogno. Gli psicofarmaci sono diventati stampelle di massa, senza le quali troppe persone faticano a vivere, convinte di non poterne fare a meno, mentre non è così…

Usa l’immaginazione, è il più potente dei farmaci

Qualche giorno fa, mentre Riza psicosomatica andava in stampa, ho ricevuto una signora che da molti anni soffre di una forma importante di claustrofobia; assume da tempo psicofarmaci e, naturalmente, non prende l’ascensore. A questa signora ho ricordato che i disagi, le ansie o le fobie non sono altro che voci di un “essere sconosciuto” che abita dentro di noi e che, con la sua presenza, cerca di ricordarci di qualcosa che non stiamo più vivendo.

Così le ho detto: nella sua vita c’è posto per un principe? Non è difficile, basta chiudere gli occhi e immaginare che, pur nelle cose quotidiane che sto compiendo, anche per pochi secondi, ci sia un principe o una principessa al mio fianco. I bambini lo sanno fare in un attimo, gli adulti hanno più difficoltà e così perdono il contatto con le immagini interiori, le immagini che curano…

Se smetti di resistere, ogni miracolo è possibile

Alla mia richiesta, la signora inizialmente oppone un po’ di resistenza, ma io insisto, al che lei chiude gli occhi e comincia a immaginare una scena con un principe ad aspettarla, una figura di cui non riusciva bene a distinguere il volto. Mentre immagina, la signora si sente pervadere da un senso di pace e tranquillità, mentre prima dell’esercizio immaginativo era agitata e ansiosa.

Quando ha riaperto gli occhi, il mio solo consiglio è stato che, durante la giornata, lei si ricordasse del principe, che tornasse ogni tanto a immaginarlo, così come aveva fatto in mia presenza. Poco dopo mi ha raccontato di come, quasi senza accorgersene, una volta arrivata a casa, abbia chiamato l’ascensore e sia salita fino al suo appartamento, al sesto piano, senza pensarci! il principe era li con lei, come una presenza, un alleato misterioso, una guida sapiente...

Tutto ciò di cui hai bisogno è già dentro di te

Che vita sarebbe la nostra senza una guida interiore che illumini la strada? Che vita sarebbe se davvero fosse tutto qui, nel reale, senza magia? Se vuoi tenerti alla larga dagli psicofarmaci, anche nel più grande disagio cerca un’immagine che ti faccia stare bene. Fino a che non ha iniziato a immaginare, quella signora viveva come rinchiusa, ingabbiata dal disagio, dalla claustrofobia, da un estenuante quanto inutile lotta contro l’ansia.

Gli antichi alchimisti, di fronte a una storia simile, avrebbero affermato: “Fai attenzione a evitare che, assieme al nero del disagio che vorresti eliminare, tu non corra il rischio di buttare via anche l’immagine luminosa che ti guida."

Questo numero di Riza Psicosomatica è dedicato alla ricerca delle risorse interiori, che non vediamo ma che ci proteggono come gli psicofarmaci non possono fare. Al contrario, più combattiamo contro i sintomi, più li cronicizziamo. Occorre fare l'esatto opposto: Buona lettura a tutti!

APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Come guarire senza farmaci
Come guarire senza farmaci
Attiva le capacità di autoguarigione che appartengono a ognuno di noi
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?