Libera di non piacere a tutti, ma solo a te stessa
L'aiuto pratico

Libera di non piacere a tutti, ma solo a te stessa

La maturità insegna che l'indipendenza dal giudizio altrui ci rende felici:per riuscirci non servono miracoli, basta seguire la propria natura!

Nella società di oggi, riconoscere la propria unicità e quindi la possibilità di non andare a genio a tutti, richiede coraggio, una forza che spesso si scopre di avere solo con gli anni. Nonostante l’anticonformismo sia ovunque celebrato, seguire la propria natura può avere conseguenze apparentemente spiacevoli.

"Sono rimasta sola - confida Gabriella ad AntiAge, il mensile di RIZA - perché ho smesso di frequentare le amiche che avevo da anni. Mi sentivo giudicata, perché il mio stile di vita non era come il loro. Loro non concepivano le rinunce che facevo per i miei impegni, come non le capiva mio marito. Secondo loro avrei dovuto pensare alla pensione e a “godermi la vita” come dicevano. Ma il mio lavoro mi fa sentire bene, realizzata e felice".

Basta condizionamenti

"Accettare di non andare a genio agli altri - spiega Vittorio Caprioglio, medico e psicoterapeuta - vuol dire smettere di porsi al riparo dal dolore che ci viene dalle critiche. La libertà che viene dallo svincolarsi dal giudizio altrui non è a costo zero, anzi spesso ha un prezzo alto e richiede molta forza. Si riesce ad accettare quando diventa chiaro che per essere felici in un senso davvero profondo è necessario soddisfare innanzitutto se stessi. Liberarsi dal bisogno del consenso permette di rimettere in circolo molte energie che vengono sprecate a cercare di prevedere cosa gli altri penseranno di noi: energie che possono essere investite per fare ciò che piace e che sicuramente aiutano a mantenersi giovani e a realizzarsi appieno, a qualsiasi età".

Come capire se si è davvero liberi di seguire le proprie inclinazioni? Una prima cosa da fare è osservare se si reagisce male a critiche o commenti negativi, se ci si sente male o “traditi” o incompresi. La paura dell’opinione altrui è eccessiva se l’avverti anche quando nessuno ti giudica.

Prima regola: Accogli i giudizi degli altri, senza commentarli

Non possiamo impedire agli altri di esprimere la loro opinione su di noi. Quello che possiamo fare è evitare di farci condizionare. Accogli i giudizi che ti arrivano in modo neutro. Un’amica ti dice che sei egoista? Non reagire, non difenderti, non cercare di spiegare né di capire il perché dell’affermazione. “È la sua opinione”: ecco la frase da ripeterti. In questo modo puoi guardare le cose con il giusto distacco e smetti di perdere tempo a rincorrere i fantasmi della mente. Inoltre, quando il fatto di non piacere agli altri ci crea disagio, spesso gli altri non c’entrano. Siamo noi i primi giudici di noi stessi: pensiamo di doverci migliorare, di non andare bene. Facciamo paragoni, confronti, ci misuriamo e non ci sentiamo mai all’altezza. In realtà dobbiamo solo seguire la nostra strada.

Seconda regola: accetta la delusione altrui

Una delle cose più difficili da fare è riuscire ad accettare la delusione altrui per un aspetto della nostra personalità che non va loro a genio. Eppure è un passaggio fondamentale. Spesso infatti non piacciamo agli altri perché non diamo soddisfazione a un loro bisogno egoistico. Non diciamo o non facciamo quello che vorrebbero, ma appunto quello che piace a noi. Vivere liberi dalla paura di scontentare gli altri significa ammettere di poterli scontentare, per non snaturare noi stessi.

Terza regola: riconosci la tua complessità

Ammettere di non piacere a tutti significa avere una buona autostima, ma questa, contrariamente a quello che si crede, non vuol dire pensare di essere il meglio, ma star bene con se stessi, in qualsiasi modo ci si senta. È dunque importante fare spazio a tutti gli aspetti della propria personalità, anche quelli fragili, quelli negativi, quelli fuori dal comune o quelli che gli altri chiamano difetti. Accettiamo di non piacere a tutti solo se riconosciamo di essere complessi, a volte incoerenti, mai senso unico. In breve, unici e autentici.

Attiva ora il tuo abbonamento
12 numeri
€ 29,90
invece di
€ 70,80

offerta valida fino al 20 novembre
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?