Cervello
Il cervello può essere visto come un embrione in perenne maturazione che dalla nascita alla morte dell'individuo cresce e si trasforma

Cervello: che cos’è?

Il cervello è la porzione superiore del sistema nervoso centrale, costituito dai due emisferi e dalle strutture che li mettono in comunicazione. È il centro di comando di tutte le attività motorie, sensitive e di molte di quelle viscerali, nonché sede delle attività psicoemotive e di pensiero.

Cervello: il significato simbolico.

Il cervello è, simbolicamente, “l’uovo” che ci ripartorisce di continuo lungo tutto il corso della vita.

Il simbolismo del cervello è profondo e sfaccettato. I suoi simboli ruotano, tuttavia, intorno a uno centrale, quello dell’uovo: il cervello come uovo, luogo in cui, dalla prima settimana di vita embrionale fino alla morte, nasce e si ricrea di continuo la coscienza. L’uovo tuttavia non è solo creazione, ma anche evoluzione; il cervello infatti (insieme al sistema nervoso centrale) contiene in sé tutte le funzioni dei cervelli di tutte le specie viventi comparse sulla terra dall’inizio della vita: pesci, rettili, insetti, animali. Un’evoluzione che si è stratificata nella sua struttura, nella quale troviamo al centro le aree neuronali deputate ai bisogni primari e agli istinti. Sopra si posizionano le aree relative alle emozioni e ai sentimenti (lobo limbico) e la corteccia cerebrale con la sua capacità di analisi, ragionamento, calcolo ma anche creatività e fantasia.

Il cervello può essere visto anche come un embrione in perenne maturazione che dalla nascita alla morte dell’individuo cresce, si trasforma e ci trasforma. Oppure, come un seme che germoglia sino a trasformarsi in pianta. In questo caso il cervello-seme sarebbe ciò che dà origine e forma al corpo-pianta. Questa analogia tra seme/cervello e pianta/corpo, oltre a proporci un’affascinante similitudine, ci consente di comprendere facilmente come non esista differenza tra la mente e il corpo, che rappresentano la stessa, inseparabile realtà.

Ecco allora che un problema al cervello, se da un lato può avere innumerevoli cause e modalità di manifestazione (basti pensare alla varietà dei disturbi psichici, mentali e neurologici) dall’altro non potrà che avere a che fare con uno di questi temi: essere veramente se stessi, rispettare la natura del proprio “seme”, avere nella vita la possibilità e la capacità di farlo maturare adeguatamente.