Cellulite

La cellulite esprime spesso una rinuncia alla femminilità. Suggerimenti per la cura della cellulite
Cellulite

Cellulite: che cos’è?

La cellulite è un processo infiammatorio del tessuto adiposo che porta alla ritenzione e al ristagno di liquidi negli spazi intercellulari; compare nel tessuto sottocutaneo di alcune parti del corpo: cosce e natiche, ma anche addome, ginocchia, braccia, dorso. La cellulite può avere diverse cause. Tra queste: insufficienza venosa degli arti inferiori, sovrappeso, abuso di farmaci, pillola anticoncezionale, predisposizione genetica, gravidanza, menopausa.

Cellulite: la lettura psicosomatica

La cellulite, pur essendo un processo in larga misura inevitabile, in molti casi si associa  ad una decisa rinuncia alla femminilità. Si può evidenziare infatti una stretta analogia tra la stasi dei liquidi del corpo e una stasi di tipo energetico-esistenziale.Il corpo delle donne che hanno subìto un trauma amoroso cerca, attraverso la cellulite, di proteggersi da un ulteriore dolore; in presenza di una forte delusione, la cellulite localizzata su natiche, fianchi e cosce sviluppa dei “cuscinetti” che ammortizzano il rischio di nuovi colpi e di ferite sentimentali. La persona segnala così la rinuncia a un nuovo coinvolgimento affettivo e sessuale, creando con la cellulite una “corazza”. Nelle zone colpite dalla cellulite la cute diventa rugosa e spessa, come a proteggere il soggetto dalle “aggressioni” esterne,  il tessuto si fa fibroso, riducendo la sensibilità in modo che il contatto sia meno avvertito e, anche se meno piacevole, soprattutto meno pericoloso.

Come eliminare la cellulite

  • Per ridare tono ed energia a parti del corpo spente e asfittiche, è necessario ritrovare la femminilità e far circolare l’eros. La dance-therapy può essere utile per risvegliare questi ambiti.
  • Inoltre è opportuno effettuare cicli di massaggio di tipo tradizionale, dolce e non traumatizzante, con un olio essenziale drenante (per esempio limone, cipresso o zenzero), oppure di massaggio ayurvedico unito a un rimedio fitoterapico (per esempio, Betula verrucosa, linfa o gemme, macerato glicerico, 50 gocce al mattino e alla sera, per 2-3 mesi. Ripetere il ciclo 2-3 volte all’anno). Occorre rinforzare il “terreno di base” attraverso un’oligoterapia consigliata da un esperto.
  • Evitate gli sport in cui si sottopongono le gambe a un sovraccarico (per esempio jogging, aerobica, step, pallavolo).  È utile invece fare camminate a passo veloce.
  • È importante curare anche l’alimentazione: no alle diete drastiche, sì a un’alimentazione disintossicante, ricca di acqua, cereali e verdure.


Cellulite: Le donne più esposte al suo insorgere

Le donne più esposte all’insorgere della cellulite:

  • hanno un vissuto sessuale sofferto, tendono a rinunciare alla sessualità e hanno blocchi  affettivi;
  • hanno ricevuto un’educazione rigida e possiedono una femminilità che non riesce a svilupparsi pienamente la propria femminilità;
  • hanno partorito da poco;
  • sono entrate in menopausa.
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?