Timo

L'olio essenziale di timo è efficace antisettico, antibatterico, antimicotico, antimicrobico, antiparassitario, astringente, antiossidante
Timo

Il timo è un piccolo e folto cespuglio mediterraneo dalle foglie filiformi con minuscoli fiorellini color rosa pallido: da foglie e fiori si ricava l'olio essenziale.

Principali proprietà dell'olio essenziale di timo

Antisettico, antibatterico, antimicotico, antimicrobico, antiputreffativo, antiparassitario, astringente, antielmintico, antiossidante, antispasmodico, carminativo, antifermentativo, anticatarrale, espettorante, diuretico, equilibrante, stimolante, ipertensivo, tonico epatico, rubefacente.

Impieghi più comuni dell'olio essenziale di timo

L’essenza di timo è utile in caso di infezioni alle vie respiratorie e urinarie. Per l’azione antispasmodica e anticatarrale risulta molo efficace nel trattamento di tutte le malattie da raffreddamento, anche nelle forme infettive: influenza, bronchite, mal di gola, tosse, raffreddore. L'olio essenziale di timo inoltre favorisce la digestione e l’espulsione dei gas intestinali; esercita azione antifermentativa sullo stomaco e antiputrefattiva sull’intestino. Ottimo tonico, l'olio essenziale di timo stimola tutte le funzioni psicofisiche dell’organismo. Combatte la stanchezza e stimola la circolazione sanguigna. Combattendo i parassiti intestinali, il timo è in grado di stimolare o calmare a seconda delle necessità dell’organismo. Ha quindi un effetto tonico per tutti quei soggetti che ne hanno bisogno, come i convalescenti, ma ha effetti calmanti quando ce ne sia la necessità, favorendo per esempio il sonno.
L'olio essenziale di timo rafforza la memoria e l’attività cerebrale, contrasta angosce e insonnia. Il timo è utile anche nelle forme reumatiche, per i dolori articolari, la gotta e la sciatica. Le sue proprietà antimicrobiche lo rendono un’essenza valida per sanare piaghe, ferite, eczemi, infiammazioni, eritemi, dermatiti, afte e stomatiti.

Alcune modalità di utilizzo dell'olio essenziale di timo

- In caso di tosse e cattiva digestione: assumere 2-3 gocce di olio essenziale di timo al giorno, ponendole in un cucchiaino di miele, fino al miglioramento.
- In caso di asma, bronchite o altro tipo di ostruzione delle vie respiratorie: una goccia dell’essenza nell’apposito diffusore facilita la respirazione.
- In caso di malattie da raffreddamento: frizionare l’arco plantare con una goccia di olio essenziale di timo in poche gocce di olio vegetale, dopo aver effettuato un pediluvio con acqua calda.

Precauzioni d’uso

olio essenziale di timo rosso, il serpolino (da timo serpillo) e gli oli di tipo “timolo” e “carvacrolo” contengono quantità piuttosto elevate di fenoli tossici (carvacrolo e timolo). Essi possono irritare le mucose e la pelle e provocare sensibilizzazione. Usare con moderazione, esclusivamente a basse diluizioni. È preferibile evitarne l’uso in gravidanza. Il timo cedrato e il tipo “linalolo” sono generalmente meno tossici, non irritano e causano minori effetti di sensibilizzazione.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?