Arancio

L'olio essenziale di arancio è un efficace calmante nervoso, antidepressivo, digestivo, diuretico, anticellulite, antisettico

Arancio

L'albero di arancio (Citrus aurantium)  è un sempreverde originario della Cina meridionale con foglie ovali e lucide, fiori bianchi e frutti di colore giallo aranciato.
L'olio essenziale di arancio viene estratto mediante spremitura a freddo o distillazione della scorza esterna del frutto giunto quasi a maturazione. Esiste nelle varianti dolce e amara.

Principali proprietà dell’olio essenziale di arancio

L’olio essenziale di arancio è antispasmodico, calmante nervoso, antidepressivo, digestivo, diuretico, anticellulite, antisettico, tonico della circolazione sanguigna e del cuore.

Impieghi più comuni dell’olio essenziale di arancio

olio essenziale di arancio stimola la produzione di bile e accelera la peristalsi intestinale: la sua azione è perciò efficace nel contrastare la costipazione.
Ha un effetto leggermente ipnotico, agisce come calmante: è perciò utile per trattare i disturbi nervosi, l’insonnia.
Combatte inoltre le infezioni, ha azione diuretica e febbrifuga, è un tonico muscolare e nervoso, stimola e rinforza le difese naturali.
Inoltre l’olio essenziale di arancio agisce efficacemente anche sulla pelle; combatte le rughe e facilita il ricambio cellulare; rassoda i tessuti e contrasta eczemi e dermatosi.
arancio è efficace anche come battericida: può essere usato sotto forma di sciacqui come tonico delle gengive; cura afte, stomatiti e gengiviti.

Alcune modalità di utilizzo dell’olio essenziale di arancio

In caso di depressione lieve, insonnia, ansia: applicare 2 gocce di olio essenziale di arancio dolce (diluite, su pelli delicate, in un po’ di olio di mandorle) a livello della superficie interna dei polsi e frizionarli con una certa energia l’uno contro l’altro, mentre si sollevano le braccia verso l’alto, per meglio inalarne l’aroma che si sprigiona, attraverso una profonda respirazione.
Per trattare la cellulite: fare bagni serali sciogliendo nell’acqua calda della vasca 4 cucchiai di sale marino integrale con 7 gocce di olio essenziale di arancio amaro. Oppure, porre 3 gocce in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e massaggiare le zone interessate. In caso di afte, stomatiti e gengiviti: fare degli sciacqui con 2 gocce di olio essenziale di arancio amaro in un bicchiere di acqua tiepida.

Precauzioni d’uso

olio essenziale di arancio è generalmente atossico, non irrita e non causa sensibilizzazione. Se distillato è fototossico; si dovrebbe evitare di applicarlo alla pelle in caso di esposizione diretta ai raggi solari.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?