Fiori di zucca, buoni e salutari: mangiali così
Cibo

Fiori di zucca, buoni e salutari: mangiali così

Vitamina A, vitamina C e betacarotene: ecco i primi nutrienti dei fiori di zucca che, in sinergia, rendono efficienti i meccanismi di difesa contro virus, malattie e infezioni

Li chiamiamo fiori di zucca, ma in realtà vengono sia dalle zucche che dalle zucchine. Sono leggermente diversi (quelli di zucca tendono al giallo e sono più grossi, mentre quelli di zucchina, i più diffusi, hanno foglie appuntite e sfumature arancioni), ma al palato regalano lo stesso sapore. Anche le proprietà benefiche non cambiano: entrambe le tipologie contengono provitamina A e vitamina C, benefiche per occhi, pelle e sistema immunitario. Non solo: i fiori di zucca apportano anche calcio, ferro e fosforo, preziosi per ossa e denti, acqua e fibre. Il tutto a fronte di un ridottissimo apporto calorico: circa 12 kcal per etto!

Indice dell'articolo

I fiori di zucca tengono alte le difese immunitarie

In un etto di fiori di zucca o zucchina si trovano in media 28 mg (milligrammi) di vitamina C, 252 mcg (microgrammi) di vitamina A e 1512 mcg di betacarotene, precursore della vitamina A. Questi nutrienti contribuiscono a far funzionare bene il sistema immunitario. La vitamina A serve a produrre i globuli bianchi, i linfociti B (che “fabbricano” nuovi anticorpi) e i linfociti T (contrastano le infezioni). Il betacarotene contribuisce a proteggere dalle malattie il cuore e la circolazione, contrasta le infiammazioni e, secondo il National Cancer Institute americano, potrebbe essere un nutriente utile anche nella prevenzione di alcuni tumori. La vitamina C infine è antiossidante (protegge dai danni ossidativi dei radicali liberi), stimola la sintesi di alcuni anticorpi e dei neutrofili, globuli bianchi difensivi; inoltre favorisce la produzione di interferoni, che proteggono le cellule dagli attacchi virali.

Coi fiori di zucca previeni i danni alla pelle

Il betacarotene è antiossidante, contrasta i danni cutanei e l’invecchiamento precoce causati dai raggi Uv, preserva le membrane cellulari, protegge la pelle e ne riduce la sensibilità ai raggi solari. Mangia i fiori di zucca abbinandoli a fonti di betacarotene come carote crude, spinacino fresco e peperoni. Vedrai che pelle!

Contengono calcio e anche fosforo

Nei fiori di zucca e zucchina ci sono sia il calcio (39 mg per etto) sia il fosforo (39 mg), indispensabili per ossa sane, elastiche e forti. Anche i denti ne risentono positivamente. Sebbene in genere si pensi solo ai minerali, anche il betacarotene e la vitamina A sono utili: contribuiscono anche alla sintesi proteica e alla formazione dello scheletro.

Gli abbinamenti giusti per esaltarne le proprietà

I fiori di zucca e zucchina sono ricchi di nutrienti utili a sostenere le nostre difese: ma questi alimenti pesano poco e in genere non se ne mangiano quantità esagerate. Per godere davvero del loro effetto rinvigorente sul sistema immunitario, quindi, il segreto è abbinare i fiori a delle fonti di vitamina E e zinco: così l’efficacia si moltiplica. La vitamina E è utile perché, oltre a essere un potente antiossidante, agisce in sinergia con la vitamina C, di cui i fiori di zucca e zucchina sono ricchi: ci difende in modo molto efficace dai danni dei radicali liberi ed è coinvolta nei meccanismi di protezione dal cancro e dagli effetti negativi dell’inquinamento. Si trova soprattutto in oli vegetali, avocado, noci e verdure a foglia verde. Lo zinco, da parte sua, contribuisce alla risposta immunitaria e partecipa alla riparazione dei tessuti. Ne sono fonti carne, uova, pesce, semi di sesamo e di papavero, cioccolato fondente amaro, latte e derivati. Il modo più semplice per arricchire di zinco e vitamina E è condirli con olio d’oliva e semi di sesamo.

Guida all'acquisto: dopo la raccolta hanno vita breve

Aspetto turgido e rigoglioso, colore intenso, peduncolo verde e non marroncino: ecco i segni distintivi di un fiore di zucca o zucchina fresco. Dopo la raccolta, questi alimenti durano solo pochi giorni. Tienili in frigo o, ancora meglio, con il gambo immerso in acqua (sono pur sempre fiori!). Appena prima dell’uso rimuovi peduncolo e pistillo, spruzzali con dell’alcol alimentare oppure lavali molto rapidamente e delicatamente sotto un filo di acqua corrente. Asciugali tamponandoli gentilmente.

Due ricette insolite e salutari, una dolce e una salata

MACEDONIA ESOTICA DI FIORI DI ZUCCA

Pulisci alcuni fiori di zucca, spruzzali delicatamente con acqua e zucchero e falli essiccare in forno a 100 °C per 5-10 minuti al massimo, girandoli a metà cottura. Aggiungine 4-5 a una macedonia preparata con mezzo avocado (straordinaria fonte di vitamina E), un quarto di mango (ricco di vitamine A e C) e una carota cruda grattugiata (apporta betacarotene). Guarnisci con granella di noci e 3-4 cucchiai di yogurt greco, fonte di proteine. Ottieni una colazione o una merenda gustosa e ben bilanciata.

FIORI AL VAPORE RIPIENI DI RICOTTA

Pulisci delicatamente i fiori di zucca. A parte prepara il ripieno miscelando 150 g di ricotta (apporta 0,5 mg di zinco, 295 mg di calcio e 237 mg di fosforo per etto, oltre a quote di vitamina A), un uovo (un’eccezionale fonte di zinco) e un pizzico di pepe nero e curcuma. Metti un cucchiaio di questo mix in ogni fiore, chiudendo delicatamente i petali, poi cuoci a vapore per circa 15 minuti. Servi in tavola i fiori mentre sono caldi, guarnendoli con un filo di olio extravergine e una presa di semi di sesamo neri e bianchi.

Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?