Maskne: i rimedi naturali contro acne e rossori da mascherina
Bellezza

Maskne: i rimedi naturali contro acne e rossori da mascherina

L’uso prolungato della mascherina può portare alla comparsa di acne e imperfezioni. Prova questi rimedi per la bellezza della tua pelle

L'attuale pandemia di Covid 19 ha indubbiamente apportato molti cambiamenti nella nostra vita, come ad esempio il dover indossare quotidianamente una mascherina protettiva per aiutare a rallentare e prevenire la diffusione del virus stesso. Questi dispositivi, molto utili, provocano però, su alcuni tipi di pelle particolarmente sensibili, effetti collaterali che possono causare o addirittura esacerbare l'acne. Certamente possiamo considerare trascurabile questo inconveniente, se esaminato alla luce dei benefici derivanti dall'uso della mascherina per contrastare il contagio. Può essere utile, a tal proposito, conoscere e mettere in pratica alcuni suggerimenti e rimedi naturali per evitarlo o, nei casi più gravi, attenuare tale fastidio.

Indice dell'articolo

Maskne: cosa significa?

Maskne è un termine derivante dalla coniugazione di "mask + acne", ossia acne da mascherina. Si tratta di una definizione coniata per indicare il manifestarsi o l'aggravarsi di diverse problematiche della pelle in concomitanza con l'utilizzo delle mascherine protettive. In particolare è stato riscontrato l'insorgere di prurito e rossore, così come la comparsa di brufoletti bianchi nelle zone soprattutto a contatto del dispositivo, ossia mento, contorno labbra, naso e guance.

Maskne: perché si forma?

È importante tenere conto del fatto che una mascherina, una volta indossata, diviene un accumulatore di umidità generata da naso e bocca mentre parliamo e respiriamo. Tra le varie cause della maskne troviamo l'azione meccanica dello sfregamento del tessuto contro il viso, che può compromettere l'integrità della barriera cutanea. Ciò può provocare arrossamenti, desquamazione della pelle e formazione di piccole papule. Inoltre, la proliferazione di batteri viene favorita dalla limitata ossigenazione e traspirazione delle zone coperte dal dispositivo; tutto questo ostruisce i pori e aumenta il sebo, che si trasformano in punti neri e brufoletti fastidiosi. Le pelli più inclini a maskne sono quelle grasse, a tendenza acneica o le pelli sensibili e facilmente irritabili.

Prevenire e trattare l’acne: la natura che ti cura

La naturopatia offre una vasta gamma di rimedi naturali derivanti dalle piante, atti a intervenire sul problema acneico, ma soprattutto sui fattori che ne sono la causa.

L'IMPORTANZA DELLA DETERSIONE

Prima di applicare qualunque prodotto contro l'acne, è importante preparare la tua pelle. Usa un latte detergente naturale o, se hai tempo, fai al tuo viso un bagno di vapore, mettendoti sopra un recipiente con acqua fatta bollire in precedenza e un asciugamano sulla testa: in questo modo la tua pelle assorbirà tutti i vapori e otterrai un risultato migliore. Oppure puoi usare l’aceto di mele, che grazie alla sua capacità di assorbire l'eccesso di sebo, è una panacea nella lotta a questo fastidioso inestetismo. Prima di andare a dormire, dopo aver sciacquato il viso, tamponalo con un batuffolo di cotone imbevuto nell’aceto di mele, poi lascia asciugare. Puoi ripetere questo rituale anche tutte le sere.

MACERATO GLICERICO DI BARDANA

Un antico proverbio di epoca medievale legato alla curiosa bardana e alle sue proprietà recita: “Se la vecchiaia vuoi tener lontana, fatti amiche cicoria e bardana”. Da sempre conosciuta come la pianta dermopatica per eccellenza, a livello terapeutico la bardana s'impiega per la cura dell'acne. Posologia: 50 gocce in un po' d'acqua assunte via sublinguale due volte al giorno.

COCCOLE D'ARGILLA

Togli la mascherina, metti la mascherina: per pulire la pelle dalle impurità e curare con l’acne prova periodicamente a coccolarti con le maschere di argilla. Come prepararla: in una ciotola contenente acqua tiepida, versa un cucchiaio di argilla verde e un cucchiaino di miele; mescola fino a ottenere un composto abbastanza solido e al contempo morbido da poter essere facilmente spalmato sul tuo viso. Tieni il composto sul viso per circa 15 minuti e poi rimuovilo con una salvietta imbevuta di acqua tiepida.

Il make-up che aiuta l’autostima

Tra tutte le malattie della pelle, l'acne è sicuramente quella che influenza maggiormente l'autostima. Quando una donna si guarda allo specchio e vede un nuovo brufolo, istintivamente tende a nasconderlo come fosse una vergogna. A questo forte disagio spesso si rimedia con il make-up. Un consiglio utile è bandire dal tuo cofanetto tutti i prodotti in polvere e sostituiscili con quelli in crema. Evita anche i rossetti con colori molto forti e se proprio non vuoi farne a meno, usane uno di una tinta carne. Dai, invece, molto valore al trucco degli occhi: gioca con l'ombretto e rendi il tuo sguardo magnetico e seducente, in modo tale da attirare l'attenzione di chi ti guarda negli occhi.

Quale mascherina scegliere?

Le mascherine chirurgiche, se sostituite frequentemente, minimizzano la possibilità che il sebo e lo sporco si concentrino nello strato a contatto con la pelle del viso, peggiorandone le dermatosi. Qualora si scegliesse di utilizzare una mascherina di stoffa, è necessario lavarla ogni giorno.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?