Intolleranza al lattosio: come evitare pancia gonfia e colite

 

 
Intolleranza al lattosio: come evitare pancia gonfia e colite

I consigli sui cibi da scegliere in caso di intolleranza al lattosio, un disturbo che colpisce quasi il 70% della popolazione del sud Europa

 

Cos'è l'intolleranza al lattosio 

Si definisce intolleranza al lattosio il complesso dei sintomi che possono presentarsi per l'incapacità di digerire il lattosio, il principale zucchero del latte. Questa è causata da una carenza di lattasi, l'enzima che scinde il lattosio in zuccheri semplici che vengono poi assorbiti dal tratto gastrointestinale. Non tutte le persone che hanno una carenza di lattasi sviluppano sintomi evidenti, ma quelli che li manifestano vengono definiti intolleranti al lattosio. Questo tipo di intolleranza è molto comune nell'adulto: nell'Europa centrale il 30% delle persone adulte è affetto da carenza di lattasi, nell'Europa del sud si sfiora il 70%, mentre i nord-europei hanno la prevalenza più bassa (circa il 5%). Scopriamo insieme come gestirla al meglio. Impariamo a conoscerla meglio... 

Prima regola per gli intolleranti al lattosio: leggere sempre l'etichetta!

Il latte è praticamente ovunque nella nostra alimentazione quotidiana. Nelle merendine, nei biscotti, nelle creme, in molti casi anche nei salumi o come polvere di lattosio nei granuli omeopatici, per gli sportivi come siero di latte in polvere per proteine, e in tanti altri alimenti. E per chi è intollerante questo può essere un vero problema. Se hai accertato un'effettiva intolleranza al lattosio, escludi (o riduci) dalla tua dieta i cibi contenenti lattosio: latte vaccino, latte di capra, latticini freschi, gelati, panna o prodotti in cui il latte o il lattosio sono usati come ingredienti.

Per scoprirlo, controlla sempre le etichette, in particolare di pane e altri prodotti da forno; corn-flakes; patate e minestre precotte; bevande per la prima colazione; margarina; preparati a base di carne e insaccati; condimenti per insalate; caramelle e altri snack; preparati per frittelle, biscotti e dolci in genere; salse, creme e besciamelle; alcuni integratori. 

Non rinunciare a grana e parmigiano 

Ricordiamo che grana e parmigiano sono ben tollerati, soprattutto se stagionati a lungo e, quindi, con un contenuto di lattosio quasi nullo. Questi formaggi arrivano a fornire oltre 1300 mg di calcio per 100 g e un loro consumo regolare può supplire il carente apporto derivante dalla mancata assunzione di latte. 

Soia, riso, farro e mandorle. Ecco i sostituti buoni del latte

A differenza del latte vaccino, tutti questi latti vegetali non contengono colesterolo: ricordiamo che non possono essere ritenuti sostituti al 100% in quanto carenti di calcio.

- Latte di soia: è indicato per chi ha il colesterolo LDL (cattivo) alto, in quanto la soia apporta sostanze che lo riducono. Acquistarlo bio.

- Latte di riso: ricco di zuccheri semplici, fornisce energia prontamente disponibile. Contiene sempre oli aggiunti, solitamente di girasole (deve essere spremuto a freddo). Attenzione alla presenza di oli vegetali non meglio specificati.

Il dizionario dell’'alimentazione

21,00 euro

Una guida completa per conoscere i cibi, i valori nutrizionali, le proprietà e le virtù di ogni alimento.

 
Acquista
 

- Latte di farro: apporta vitamina E, zuccheri, acidi grassi polinsaturi e fibre insolubili.

- Latte di mandorle: ha un livello di grassi intermedio tra latte vaccino intero e parzialmente scremato, ma si tratta di grassi polinsaturi. Contiene anche fibre, vitamina E e minerali. 

Una ricetta per chi è intollerante al lattosio: insalata al tofu

Ingredienti per 2 persone: 3 o 4 pomodori maturi; 1 zucchina e 1 carota a julienne; 1 cespo di lattuga; 1 cipollina; 200 g di tofu fresco biologico; 2 cucchiai di olio d'oliva extravergine; 1 cucchiaio di aceto di riso o di mele; 10 olive nere; origano, sale e pepe q.b. 

Lava accuratamente tutte le verdure, poi taglia a fettine i pomodori e spezzetta delicatamente la lattuga con le mani. Taglia il tofu a dadini di circa mezzo cm per lato e metti il tutto in una ciotola. Aggiungi infine le olive, l'origano, l'olio, l'aceto, il sale e il pepe. Mescola con cura e gusta, a piacere, con una fetta di pane integrale.

Ultimi articoli

 
 
nicola 31/08/2014 19:38

Sono intollerante al lattosio, nonostante abbia eliminato latte e derivati continuo a sentire gonfiore e dolori ..grazie

marina 19/08/2014 17:43

salve sono intollerante al lattosio ma nonostante abbia eliminato tutto cio' che contiene lattosio continuo a sentire gonfiore e dolori ..grazie

caterina 15/08/2014 09:17

salve, ho 74 anni e da qualche mese ho lo stomaco sempre gonfio in modo esagerato, alla mia veneranda età penso di essere intollerante al lattosio, ho cominciato ad eliminare il latte la mattina, quali esami dovrei fare per averne certezza? Ringrazio e saluto. Caterina Amato

pina 12/08/2014 21:44

sono intollerante al lattosio

tam 27/06/2014 10:03

Io spesso mi sentivo male e nn capico cosa era che mi faceva stare male poi un giorno ho analizzato cosa mangiavo quando stavo male e jo visto che c era sempre il latte di mezzo. Visto che anche mio padre e mio nonno hanno un intolleranza al lattosio ho pensato che anche io sofrissi della stessa intolleranza. La prova del 9 L ho avuta quando ho bevuto un actimel e subito mi sono sentita male. Second voi dovrei fare subit i test oppure aspettare?

Laura 23/05/2014 21:58

Anch'io sono intollerante al lattosio ed è un grosso problema. Anche se conosco il mio disturbo da 5 anni ho sempre la pancia gonfia e la gente mi chiede se sono incinta. Alcune cose riesco ad evitarle, ma altre non ci riesco proprio come i dolci, sono golosa e dopo i pasti mi piace mangiare un dolcino o un po' di cioccolata...insomma è un casino!

CarloFlow 16/05/2014 09:20

Ho scoperto a 25 anni di essere intollerante al lattosio,è stata una grande disgrazia,soprattutto perché da buon napoletano rinunciare ai latticini é un grande sacrificio,soprattutto se si è amanti della pizza. Il lattosio c'è praticamente ovunque,dalla parmigiana di melenzane di mia mamma,agli gnocchi alla sorrentina di mia nonna. Non vi dico poi quanto amo la mozzarella di bufala di battipaglia..che disgrazia.

Roby 63 10/05/2014 21:03

ciao a tutti , anche io come tanti sono intollerante al lattosio l´ho scoperto da poco facendo un test, perche´da un anno a sta parte soffrivo di colite e pancia gonfissima ..il problema e´il mangiare, nn riesco a capire cosa posso e cosa nn ... cmq oggi ho comperato delle pasticchine da prendere appena mangiato o durante in modo che ogni tanto puoi tirare un respiro di sollievo .. :-)

giuse saratti 26/04/2014 21:27

grazie per le rassicurazioni sull'uso del grana. Ho anche un'intolleranza al frumento e soffro per la beanza cardiale. Qualche consiglio?

Pia 22/04/2014 16:57

Ho l'intolleranza al latte ,la colite il colon irritabile gastrite vorrei sapere cosa devo mangiare?Grazie!

 

Test

E tu come fai la spesa?

E tu come fai la spesa?

Scopri se scegli i cibi giusti per dimagrire e mantenerti in forma…   

fai il test
 
 

Sondaggio

Alimentazione vegetariana: cosa ne pensi?
Alimentazione vegetariana: cosa ne pensi?

Sono tante le ragioni che possono portare alla scelta di eliminare la carne dalla propria alimentazione e i benefici sono riconosciuti da molti studi e ricerche. Qual è la tua opinione su questo modello alimentare sempre più diffuso?

 

Vuoi dimagrire? Riza ti aiuta!

Se hai deciso di dimagrire Riza è la tua migliore alleata. Ogni giorno puoi contare sul sostegno di medici e nutrizionisti: dai libri alle riviste, dagli esperti che rispondono online al Centro Rizadi Medicina naturale, siamo qui per aiutarti aperdere peso in modo naturale e senza stress.

                                 PER SAPERNE DI PIÙ>

 

La dieta vegetariana

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

9,90 €
Acquista
 

Centro Riza di Medicina Naturale (Milano)

Centro Riza di Medicina Naturale ha una sezione specializzata in dimagrimento olistico, dove si applica un metodo innovativo basato su tre elementi decisivi per perdere peso

Informazioni e prenotazioni: 02 58 20 793.