Erbe e fitoterapia
Elicriso: libera le vie respiratorie

L’Elicriso svolge un'efficace azione antinfiammatoria, antiedemigena, antiallergica su pelle, vie aeree, stomaco e intestino, grazie ai flavonoidi che ne caratterizzano il fitocomplesso

L’Elicrisio, Helichrysum italicum, è una pianticella cespugliosa perenne alta circa 30 cm, diffusa nell’area mediterranea, soprattutto costiera, e appartenete alla famiglia delle Asteraceae. Caratterizzata da foglie di argentee e da capolini giallo dorati raccolti in infiorescenze che emanano un aroma intenso da cui deriva il nome di Elicriso, composto da “helios” che in greco significa sole e “chrysos” ovvero oro. Pianta aromatica e officinale dalle molteplici proprietà che cura la pelle, le vie aeree e l’apparato digestivo.

 

Principi attivi

I principi attivi contenuti nel fitocomplesso dell’Elicriso sono: oli essenziali, triterpeni, flavonoidi, acido caffeico, tannini, fitosteroli e arenarina.

 

Proprietà e applicazioni

L’Elicriso si caratterizza per la sua spiccata attività antibatterica, antifungina, antinfiammatoria, antiossidante, antiedemigena, antiallergica e digestiva di aiuto in caso di sintomi e condizioni diverse tra loro, in primis:

  • Riniti, congiuntiviti e blefariti allergiche che migliorano grazie all’azione antiallergica dell'Elicriso, usato in aerosol, colliri e impacchi sulle palpebre. Gli impacchi si preparano con il decotto
  • Eczemi, eritemi e psoriasi migliorano grazie all’oleolito da applicare localmente, che agisce come decongestionante, rigenerante e cicatrizzante della pelle lesionata. Si può inoltre applicare in impacchi per stimolare la circolazione sanguigna in caso di mani e piedi freddi e geloni per i quali sono un vero sollievo
  • Varici ed emorroidi, caso in cui l’Elicriso funziona come decongestionante e analgesico grazie alla funzione anti-edema, da assumere per esempio in tintura madre, 35 gocce in poca acqua, per tre volte al giorno prima dei pasti applicando localmente l’oleolito
  • Cattiva digestione e alterazioni del transito intestinale migliorano grazie all’azione protettiva e stimolante su fegato e pancreas che aiuta a purificare il sangue. Ottimo in questi casi l’infuso di Elicriso da assumere lontano dai pasti
  • Tosse secca e vie aeree congestionate, spesso a causa di polveri, smog e sistemi di riscaldamento che rendono molto secca l’aria. L’elicriso svolge un’azione mucolitica e detossinante particolarmente efficace nelle patologie dell’apparato respiratorio per ripristinare l’equilibrio delle mucose. In questi casi sono indicati l’infuso e l’olio di Elicriso di cui diluire una goccia in un cucchiaino di miele da assumere quotidianamente per almeno dieci giorni

 

Preparazioni

Infuso di Elicriso: si prepara con un cucchiaio di sommità fiorite per ogni tazza d’acqua bollente lasciando in infusione per 10 minuti. Filtrare l’infuso e bere quattro tazze al giorno lontano dai pasti

Decotto: si ottiene con un cucchiaio raso di capolini di elicriso per ogni tazza d’acqua fredda da portare in ebollizione lasciando poi in infusione per 10 minuti. Gli impacchi non si risciacquano, aiutano a lenire e decongestionare le pelli irritate

Oleolito: si prepara con 100 gr di fiori di elicriso secchi in olio extra vergine di oliva con cui si riempie un barattolo di vetro da chiudere con coperchio ermetico. Scuotere quotidianamente il barattolo per 40 giorni, poi filtrate l’olio e conservare in una bottiglia di vetro scuro, in un luogo fresco al buio

 

Controindicazioni

L’Elicriso è un rimedio sicuro, si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia. Evitare comunque l'utilizzo in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti e per precauzione anche in gravidanza e durante l’allattamento. Assumere con cautela in presenza di allergia.

APPROFONDISCI
Il formidabile zafferano

È la sostanza naturale più ricca di antiossidanti, salva il cervello e la circolazione

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?