Sos salute
Congiuntivite, gli idrolati da tenere sempre a portata di mano

Nei mesi autunnali possono verificarsi anche problemi oftalmici, spesso causati da un ristagno di muco dovuto all’umidità esterna e al calore dei sistemi di riscaldamento degli edifici: ecco i rimedi naturali per dire addio a congiuntivite e occhi arrossati

Le cause della congiuntivite

La congiuntivite è un disturbo che può colpire ogni persona, senza distinzione di sesso o età. Si tratta, generalmente, di un’infiammazione o più raramente di un’infezione che colpisce la congiuntiva – quella piccola membrana che ricopre il bulbo oculare. Tra le cause più comuni vi sono le riniti allergiche, le malattie da raffreddamento o irritazioni causate da sostanze o corpi estranei.

 

Idrolato di camomilla per dare sollievo agli occhi

L’idrolato di camomilla è considerato il prodotto secondario della distillazione a vapore del fiore. Dopo aver posto nell’alambicco i gialli capolini di camomilla, si estrae inizialmente l’olio essenziale. Quando questo si esaurisce si può ottenere un’acqua dolcemente aromatica, chiamata appunto idrolato. L’idrolato è ricchissimo di proprietà benefiche ma la sua azione è decisamente più delicata di quella di un olio essenziale – che non andrebbe mai utilizzato puro su occhi, mucose o pelle. Il prodotto che si ottiene – 100% naturale – svolge un’azione lenitiva e antinfiammatoria, utile soprattutto in caso di congiuntivite ma anche di irritazioni e arrossamenti oculari. Per gli occhi più sensibili, va diluito in un poco di acqua distillata e instillato nell’occhio come un tradizionale collirio.

Leggi anche: Camomilla: proprietà, principi attivi e modi d'uso

 

Idrolato di Hamamelis per gli occhi arrossati

Esiste forse un rimedio più delicato dell’Amamelide? Questa sua peculiarità la rende adatta all’uso per gli occhi, tant’è vero che può essere usata in sostituzione delle cosiddette lacrime artificiali allo scopo di mantenere la corretta umidità a livello oculare. L’Hamamelis Virginiana, originaria del Nord America, è una pianta dalle virtù decongestionanti, antibatteriche e lenitive. Puoi instillarne alcune gocce - diluite in acqua - direttamente nell’occhio in caso di occhi arrossati. Inoltre ricordati sempre che tutti gli idrolati, se non contengono conservanti, vanno lasciati in frigorifero per un massimo di 6 mesi.

 

Se gli occhi sono gonfi, prova con il fiordaliso e lavanda

Il candido colore dei fiori di lavanda e di fiordaliso rievoca subito una sensazione di pace, armonia e rilassatezza. Allo stesso modo, instillando alcune gocce di idrolato negli occhi si può ottenere un migliore equilibrio a livello salutare. I due fiori leniscono arrossamenti, diminuiscono eventuali gonfiori e svolgono attività astringente. Versane 5 ml in una boccettina dotata di contagocce e aggiungi la stessa quantità di acqua distillata. Agita bene prima dell’utilizzo.

APPROFONDISCI
Camomilla, tiglio, passiflora
Sono i più potenti calmanti naturali: curano l'ansia, l'insonnia, le palpitazioni e l'ipertensione
CONSIGLIATO PER TE
La salute degli occhi

I problemi della vista dipendono anche dal nostro atteggiamento mentale

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?