Le crisi di rabbia arrivano se non sei te stessa
Tu | fiducia in se stessi

Le crisi di rabbia arrivano se non sei te stessa

Quando la rabbia prende il sopravvento non cercare di controllarla inutilmente ma accoglila come una spinta in più per realizzare  quello che sei

Elena, una lettrice di Riza Psicosomatica, ci scrive: “Per tanti anni ho convissuto con una rabbia esplosiva che non sapevo gestire. Questi eccessi si manifestavano tutte le volte che mi sentivo abbandonata da amiche o fidanzati, cosa che accadeva di frequente. In quei momenti la rabbia era così incontrollabile che lanciavo qualsiasi cosa mi capitava sotto mano. Credevo che questa mia emozione fosse legata al fatto di non essermi mai sentita amata dai miei genitori, ma questa spiegazione non mi faceva stare meglio. Dopo aver letto diversi libri e articoli sull’argomento, un giorno mi sono imbattuta in un approccio diverso da tutti gli altri, che mi suggeriva di smettere di combattere e provare ad accogliere, a percepire bene questo sentimento dentro di me. In questo modo ho iniziato a capire che questo sentimento, che ho tentato di spegnere per anni, era lì per aiutarmi a trovare una mia dimensione di crescita e sviluppo. Ho iniziato ad accogliere la rabbia senza volerla mandare via e ho così recuperato uno spazio vitale tutto mio. Mi sono iscritta a un corso di pittura e tutte le volte in cui sento che la rabbia sta per “scoppiare” comincio a dipingere con i miei colori vivaci: è incredibile come questo semplice gesto mi aiuti subito a stare meglio”.

Emozioni “negative”? Sono il motore della nostra esistenza

Quante volte ci siamo detti o ci siamo sentiti dire che non andiamo bene, che abbiamo dei difetti da cancellare, un brutto carattere da migliorare? Tante, troppe. Ecco perché quando vengono a trovarci certe emozioni, che consideriamo negative, ci spaventiamo e cerchiamo di scacciarle in tutti i modi come fossero un veleno. Ma così facendo ritornano come un boomerang, ancora più ingestibili e impetuose, come gli scoppi d’ira che Elena ci racconta. Il fatto è che più ci intestardiamo a voler essere diversi da quello che siamo, più entriamo in conflitto con noi stessi e con la vera natura che ci abita. Pretendiamo che tutto sia al posto giusto, che ogni nostra reazione sia moderata e controllata. E se al contrario fossero proprio questi elementi di disturbo il motore della nostra esistenza? Contattarli ci aiuta a portare a galla la nostra personalità, che è unica anche grazie a loro.

Un piccolo esercizio: senti l’emozione ed espandila…così non farà più danni!

Per imparare a essere più consapevoli della vostra rabbia provate a fare questo semplice esercizio. Cercate una posizione comoda e chiudete gli occhi. Visualizzate il motivo che ha fatto scatenare la vostra rabbia: la situazione, la persona… Cercate delle immagini nitide e lasciate che la rabbia vi attraversi liberamente, senza alcuna resistenza. Poi, concentrate invece la vostra attenzione su un progetto che vi sta a cuore o un desiderio che vorreste avverare. Ora visualizzate la rabbia come fosse un fuoco che lentamente prende la forma che più vi piace e immaginate che vi porti a raggiungere il vostro traguardo tanto ambito.

TAG
RABBIA
ATTACCHI DI RABBIA
ESPLOSIONI DI RABBIA
BRUTTO CARATTERE
APPROFONDISCI
Come gestire la rabbia in 7 lezioni
Come gestire la rabbia in 7 lezioni

Gestire la propria aggressività è più facile di quello che si pensa

CONSIGLIATO PER TE
Come gestire le emozioni
Come gestire le emozioni

Guai a soffocarle: riemergono come disturbi fisici

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?