Dimagrire
Se il peso sullo stomaco è colpa di una vita pesante

La sensazione di peso allo stomaco dipende dall’alimentazione ma anche da pensieri ed emozioni che ci accompagnano durante il giorno e a tavola: non trascurarli

Ci scrive Serena: "Ho 30 anni e faccio un lavoro stressante, sempre di corsa. Ultimamente sto facendo una dieta equilibrata, perché dovrei perdere 10-15 chili. Anche se ce la metto tutta, però, sento qualcosa, un peso nello stomaco che non vuole spostarsi, soprattutto a fine pasto. Non riesco a liberarmene e mi ritrovo con la pancia sempre gonfia". 

Il peso sullo stomaco è un segnale d'allarme

La sensazione di pancia gonfia e quindi di peso sullo stomaco è spesso associata al sovrappeso. Per molte persone, anche di peso normale, è a volte la spia iniziale della presenza di un aumento della massa grassa, prima ancora che il peso corporeo tenda a lievitare. Quando però si sente sempre un peso sullo stomaco, occorre innanzitutto andare più a fondo, per capire di che tipo di gonfiore si tratta. I meccanismi del gonfiore vanno ben al di là dell’aumento dei grassi corporei. Spesso il peso è di origine digestiva (stomaco, intestino) ed è in relazione con la quantità o il tipo di alimenti ingeriti durante un pasto, ma spesso la relazione tra cibo e pancia gonfia non è così diretta e immediata: entra in gioco anche la psiche.

L'eccesso di controllo genera pesantezza

Per esempio, la nostra amica scrive che la sua vita lavorativa è stressante, sempre di corsa, non si ferma mai: questo potrebbe portarci a ipotizzare che il suo peso allo stomaco sia in relazione con questi aspetti e quindi col suo bisogno di rallentare i ritmi e di pensare un po’ di più a se stessa, alle cose che la riguardano da vicino. Ma poi scrive anche che "ce la sta mettendo tutta" a seguire una "dieta equilibrata": però, se l’equilibrio richiede così tanto sforzo, non si rischia di perderlo? Chi ce la mette tutta dà l’impressione di controllarsi troppo per aderire a uno schema, a un modello. Non che il controllo sia sbagliato in sé, ma se compare un sintomo, come il peso allo stomaco, può essere che questa persona stia trascurando una parte essenziale dell’intera faccenda: se stessa, il suo stile, il suo modo di fare e di essere.

Quando tensione emotiva "precipita" nel corpo

Quindi non dobbiamo dimenticare che la pancia si gonfia anche indipendentemente dal tipo di cibo, dal sovrappeso e dalla presenza di disfunzioni digestive. Tensioni, preoccupazioni, paure, ansia e stress si somatizzano a livello addominale sotto forma di peso allo stomaco. Una sensazione di questo tipo, che compare a fine pasto, può certo essere causata dalla fretta e da pasti troppo veloci, ma anche da pensieri che covano in te, preoccupazione o tensione, cose che stai rimuginando su situazioni difficili... Prendere coscienza di tutto ciò è il miglior modo per risolvere i gonfiori alla radice e ritornare a te stessa.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?