Auguri a tutti, per un 2020 di serenità

La magia delle feste ci ricorda che la salute e il benessere sono sempre a portata di mano: basta guardare nella giusta direzione, la nostra!

GUARDA IL VIDEO

Con questo messaggio voglio fare a tutti voi i miei auguri di buon Natale e di buon Solstizio d’inverno, come avrebbero detto gli antichi. Voglio anche ringraziarvi per l’affetto e l’attenzione che date a tutte le nostre riviste, che nascono con un solo scopo: la salute. Qualche giorno fa ho incontrato un conoscente che mi ha parlato dello stress e dell’ansia che, a suo dire, lo stanno "divorando". Gli ho consigliato di andare da uno psicoterapeuta, ma lui mi ha risposto: "Vedi, io in questo momento ho un problema più impellente, questa relazione che non funziona più. Devo risolvere questo, non posso permettermi di pensare ad altro". Come se occuparsi di se stessi fosse altro, e non la sola partita della nostra vita.

Dentro di te esiste un'oasi inviolabile di benessere

Qualsiasi problema ci sia nella tua vita, tu hai un compito: ricordarti che al tuo interno vivono energie misteriose e trasformative che non hanno nulla a che fare con il problema che hai in mente. Le aree del cervello che hanno le soluzioni non hanno a che vedere con il pensiero o con la volontà di risolvere quel che non funziona. Che cosa ci salva? L’immaginazione: le immagini della mente sono infinite, non sai dove ti portano, eppure sono i più importanti farmaci dell’autoguarigione.

Guardare altrove è già guarire

Recentemente ho ascoltato una vecchia intervista al regista Sergio Leone, celeberrimo per i western all’italiana. Il grande uomo di cinema affermava di essersi sempre ispirato a Omero per girare i suoi film. Le battaglie descritte nell’Iliade del resto erano quelle selvagge e sanguinarie dell’uomo primordiale che però conosceva anche sentimenti di profonda saggezza.  Anche nei momenti più cupi, c’è un "altrove" dove dobbiamo entrare.

Niente progetti, niente modelli e l'anima prende il volo

Per il 2020, niente progetti: l’anima non li vuole. Vuole la tua presenza adesso. Per farlo, ogni tanto esci dal campo del reale ed entra nel regno dell’immaginazione, del sogno. Il benessere non arriva se hai fretta, non arriva perché risolvi i problemi. Marie-Louise von Franz, la grande psicoterapeuta junghiana, affermava che noi dobbiamo diventare come i pini di montagna: se una pietra gli cade addosso, curvano la loro forma per aggirarla. Non si lamentano dell’accaduto, prendono atto e si adeguano, trasformandosi. Nei giorni del Bambino celeste (per i cattolici) e del Solstizio (per gli antichi) vi rinnovo gli auguri miei e di tutta la redazione di Riza!

APPROFONDISCI
Agenda della Felicità 2020
Agenda della Felicità 2020

Agenda settimanale con elegante copertina cartonata, preziose rifiniture e nastrino segnapagina.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?