Timidezza: non è un limite, ma una risorsa da scoprire
Tu | fiducia in se stessi

Timidezza: non è un limite, ma una risorsa da scoprire

Essere timidi è spesso considerato un difetto da correggere, ma se impariamo ad accettare la timidezza che abita in noi, scopriremo tutta la ricchezza che racchiude

Letizia scrive una e-mail alla redazione di Riza psicosomatica, raccontando di un "problema" che sente di avere da sempre: la timidezza. “Sono una persona molto timida e introversa, e a causa del mio carattere faccio fatica a portare avanti le relazioni con gli altri. Questo fatto mi preoccupa sempre di più perché mi sto pian piano isolando. A me piacerebbe avere tanti amici che si ricordano del mio compleanno, persone da poter andare a trovare qualche volta, legami insomma e non solo conoscenze. Ho provato ad analizzare il mio problema ma proprio non riesco a dare una spiegazione. Cosa c'è che non va in me? Sono troppo timida? Troppo introversa? Mi vergogno del mio carattere e quindi mi isolo?”.

LEGGI ANCHETimidezza: trasformala nella tua arma vincente

Dentro la timidezza si nascondono molte virtù

La timidezza è un tratto caratteriale e di per sé non può essere considerata né positiva né negativa. Secondo la psicologia junghiana, attenta alle differenze e alle caratteristiche di personalità, un certo grado di timidezza equivale all’introversione e tendenzialmente le persone timide hanno una vita interiore più ricca, sono più riflessive, sanno stare in solitudine e sono meno dipendenti dagli eventi del mondo esterno e dagli altri. È evidente che tutte queste caratteristiche sono interessanti e per nulla negative!

In molte civiltà antiche (e in alcune culture ancora oggi), le persone che si isolavano, come gli eremiti, erano anzi considerate dei sapienti, in quanto erano in grado, attraverso la spiritualità, di avvicinarsi alla dimensione divina. Per la mistica, lo staccarsi dal mondo e la riflessione in solitudine è una via per arrivare all’elevazione. Oggi non è possibile e nemmeno necessario seguire questi esempi, che servono a ricordarci quante letture differenti è possibile dare della timidezza: la sola da evitare è proprio quella di Letizia, che la considera un grosso limite alla sua esistenza.

La timidezza non è un problema…

Ma perché Letizia pensa che il suo carattere timido e introverso sia un problema? Perché nella società contemporanea la timidezza è considerata un vero e proprio difetto da debellare e così le persone timide finiscono per sentirsi spesso sbagliate e inadeguate, pensando esclusivamente a quelle caratteristiche della timidezza che non piacciono o generano problemi: il viso che diventa rosso, l’imbarazzo, i tremolii, l'essere restii a fare alcune cose... Ma come abbiamo ricordato qualche riga sopra, la timidezza racchiude molte virtù ed è importante imparare a conoscerle e ad apprezzarle, per raggiungere l'armonia interiore. Un fatto è certo: letizia non starà mai bene se reciterà un'estroversione che non le appartiene. Non si può cambiare a piacimento il proprio carattere, si può solo accettarlo...

LEGGI ANCHEISei timida? Che fortuna...

…Ma una risorsa: basta accoglierla!

Il problema di Letizia, quindi, non è la sua timidezza, che la caratterizza e la rende la persona unica ed irripetibile che è, ma il fatto che lei non accetta di essere timida. Così facendo l'autostima si abbassa e più ci si vergogna di essere timidi, più ci si isola, entrando in un circolo vizioso senza fine. Bisogna rispettare i propri tempi, che non sono necessariamente i tempi del mondo esterno e della società (spesso frenetici ed iper veloci) e non c’è nemmeno da sforzarsi per migliorare. Spesso alle persone timide si dice: “buttati”, “provaci”, ma se la timidezza è un tratto che ci caratterizza, proprio come il colore degli occhi e l’altezza, allora sarebbe come dire: “dai sforzati! Sei troppo basso, cerca di aumentare di qualche centimetro” oppure “così non vai bene, prova a cambiare le sfumature dell’iride”. Cose ridicole, oltre che impossibili! Di certo nell’arco della vita si va incontro a cambiamenti, sia nell’aspetto fisico che nel carattere, ma i tratti principali di noi stessi rimangono invariati. Per cui, cara Letizia, non avere paura della timidezza, perché è la tua più grande risorsa: accoglila e scoprirai tutte le ricchezze che racchiude in te!

TAG
VINCERE LA TIMIDEZZA
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Scopri il tuo vero carattere (e quello di chi ti sta accanto)
Scopri il tuo vero carattere (e quello di chi ti sta accanto)

Trova il tuo "albero gemello": ti aiuterà a mettere in luce gli aspetti nasc...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?