Un kiwi al giorno e addio influenza!
Mangiare sano

Un kiwi al giorno e addio influenza!

Il kiwi viene dalla Nuova Zelanda ma ormai è diffuso e coltivato anche da noi: apporta vitamine b e c, acido folico e potassio, potenziando le difese naturali

Il kiwi è il miglior frutto che si possa consumare in questo periodo dell’anno, quando le giornate si raffreddano e l’organismo deve avere buone difese per far fronte ai primi mali di stagione. Il kiwi è una straordinaria fonte di vitamina C (ne contiene più degli agrumi), la più efficace per rinforzare il sistema immunitario. Ma il kiwi possiede anche altre proprietà: è ricco di fibra e acqua e agisce come lassativo naturale: consumato a colazione evita la stipsi e garantisce il buon funzionamento dell’intestino.
Tra i sali minerali spiccano calcio, ferro, fosforo e, soprattutto, potassio: per questo motivo è indicato per chi soffre di ipertensione. È anche antianemico (grazie alla vitamina B9 che stimola l’assorbimento del ferro), previene l’accumulo di colesterolo "cattivo" e migliora la circolazione del sangue. È utile in caso di varici ed emorroidi. Contiene inoltre vitamina E, ottimo antiossidante.

LEGGI ANCHEKiwi, il re degli antiossidanti

Mangia kiwi fino a inverno inoltrato

Per tutto l’autunno e anche d’inverno abituati a mangiare un kiwi a colazione, aggiunto allo yogurt naturale o a una macedonia di frutta. Puoi anche trasformare il kiwi in confettura, aggiungendo pectina e succo di limone; se spremi i frutti con un estrattore, potrai usare il succo per produrre gustose gelatine prive di semi, che irritano l’intestino sensibile.

Provalo in versione salata con peperoni, sedano e finocchi

Lava e asciuga un’insalata belga, alcune cimette di cavolfiore, un peperone rosso piccolo, un finocchio, mezza barbabietola cotta in forno, cimette di broccoli cotti a vapore e mezzo sedano rapa. Tagliali sottili e disponili in una ciotola. Condisci con sale, olio, succo di limone, aggiungi una manciata di semi di lino macinati, un cucchiaio di gomasio e 2 kiwi a fettine.

LEGGI ANCHECarenza di vitamina C? Prova il kiwi

Preferisci sempre kiwi bio

La buccia del kiwi biologico è generalmente più spessa e ha una forma leggermente più arrotondata. La polpa all’interno è quantitativamente inferiore e meno compatta, ma è migliore a livello nutritivo ed antiossidante: il contenuto di polifenoli è maggiore. Questa categoria di antiossidanti è efficace nel rallentare l’ossidazione cellulare e prevenire malattie degenerative come Alzheimer, arteriosclerosi e l’insufficienza cardiaca. Nelle coltivazioni biologiche certificate vengono utilizzati solo fertilizzanti organici e, per difendere le piante dagli insetti predatori, si procede alla piantumazione di alberi e siepi che diventano rifugio degli insetti stessi. In questo modo non è necessario intervenire con insetticidi.

TAG
ANTIOSSIDANTI NATURALI
KIWI
SISTEMA IMMUNITARIO
APPROFONDISCI
Alimentazione Naturale
Alimentazione Naturale

La natura “sa” sempre cosa serve al nostro corpo per stare bene...

CONSIGLIATO PER TE
Mangia BIO
Mangia BIO

Il cibo più sano e sicuro

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?