Erbe e fitoterapia
Vinci il reflusso gastroesofageo con i rimedi naturali

Omeopatia e fitoterapia propongono ottimi rimedi per alleviare il reflusso gastroesofageo, disturbo tipico di chi mangia troppo in fretta

Giovanni scrive alla redazione di Salute Naturale: “Soffro da mesi di reflusso gastroesofageo, forse a causa dei miei ritmi lavorativi, che mi costringono a mangiare in fretta e ad orari sballati. Ad esempio la sera spesso torno tardi a casa e di conseguenza mangio poco prima di andare a letto. Cerco di limitare aperitivi e cibi grassi, ma di certo il mio stile di vita non aiuta. Mi potreste consigliare qualche rimedio naturale per alleviare il disturbo?”

LEGGI ANCHE Reflusso: quali cibi evitare

Il primo passo per una buona digestione: masticare lentamente

Non sempre la vita quotidiana ci permette di sederci comodamente a tavola e di consumare regolarmente e in tranquillità i pasti, e questo succede anche a Giovanni. Ci sono però due regole fondamentali da seguire sempre per aiutare la nostra digestione e superare il reflusso gastroesofageo: ruotare gli alimenti (non mangiando sempre le stesse cose) e masticare lentamente. Un piccolo trucco da utilizzare è quello di appoggiare le posate tra un boccone e l’altro, per assaporare e gustare meglio ciò che si sta mangiando, rallentando così la masticazione e l’ingestione del cibo. Sembrano cose semplici, quasi banali, eppure sono davvero efficaci!

Combatti naturalmente il reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è un disturbo caratterizzato dalla risalita di succhi gastrici (a volte anche di parte del contenuto dello stomaco) lungo l’esofago e talvolta fino alla gola. Il sintomo tipico è una sensazione di rigurgito acido, associato a bruciore localizzato nello stomaco e nella gola. È un problema che si riscontra frequentemente dopo l’assunzione abbondante di cibo in poco tempo, a causa del ristagno di quest’ultimo nello stomaco.

LEGGI ANCHE Reflusso: un "fuoco di ritorno"

Con l'omeopatia...

Un valido aiuto per risolvere questa sgradevole sensazione è il rimedio omeopatico Kalium bichromicum, indicato per il reflusso gastroesofageo e la pirosi gastrica, che tende a migliorare con l’assunzione di cibo, ma a peggiorare con il freddo. È indicato alla 9 CH, 3 granuli 2 volte al dì lontano dai pasti, diradando l’assunzione al primo miglioramento dei sintomi. Si consiglia di associare a Kalium una somministrazione settimanale di 10 granuli di Nux vomica 9 CH.

... E la fitoterapia

In fitoterapia è invece il Ficus carica (il fico) ad essere utile in tutti i disturbi dispeptici come il reflusso gastroesofageo. La sua specifica azione contribuisce a riequilibrare la motilità e la secrezione gastrica. Assumi il macerato glicerico 1 DH, 20-30 gocce diluite in acqua prima di pranzo e cena, per 20 giorni al mese e con una sospensione di 10 giorni prima di un nuovo ciclo di cura.

APPROFONDISCI
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale

Abbonamento 12 numeri

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?