La gola è in fiamme? Ti serve Agrimonia
Erbe e fitoterapia

La gola è in fiamme? Ti serve Agrimonia

In questo periodo tosse, raucedine, laringite sono pronte ad aggredirci: il decotto di agrimonia, con le sue  proprietà antinfiammatorie, ci mette al riparo

Tosse stizzosa, raucedine, mal di gola... Nel mese di ottobre le vie aeree sono tra le più bersagliate dai malanni di stagione e tra i principali responsabili del consueto e pericoloso abuso di antibiotici e di anti-infiammatori di sintesi. Come scansare questo rischio e nello stesso tempo proteggere e curare le vie aeree in modo naturale? Possiamo utilizzare l’Agrimonia, pianta d’elezione in questo periodo dell’anno in quanto le sue proprietà anti-infiammatorie la rendono un toccasana per i disturbi respiratori e non solo.

Protegge la gola come una barriera
Il nome di questa pianta, Agrimonia  eupatoria, è legato al re del Ponto Mitridate Eupatore che, si narra, sia stato il primo a scoprirne le virtù terapeutiche e a farle conoscere ai medici della Grecia antica. Secondo un’altra versione l’etimo del nome Agrimonia  sarebbe “agri-moenia”, che in latino significa “le mura a difesa del campo”: questa pianta cresce ai margini dei campi mettendo ben in luce la propria caratteristica di “vigilatrice” e protettrice del territorio. La gola è proprio un punto di confine delicatissimo tra il nostro mondo interno e l’ambiente esterno e richiede difensori agguerriti che tutelino questo varco: l’aria fredda, l’umido e i bacilli sono in agguato per poter entrare a creare scompiglio!

La chiave della salute è una buona prevenzione
Ecco allora che questo mese, sia per prevenire che per curare i malanni della gola, è bene mettere tutti i giorni  a bollire una manciata di foglie di Agrimonia (si trovano in erboristeria) in 1/2 litro d’acqua per 10 minuti. Filtrate e lasciate raffreddare. Con il liquido ottenuto gargarizzate almeno 4-5 volte durante la giornata. In alternativa, fate delle "toccature" con un cotton-fioc imbevuto di Agrimonia sulla zona infiammata del cavo orale. Con la gola protetta l’autunno passerà senza crearvi disturbo.

L'aiuto in più: agrimonia toglie il freddo dalle ossa
Non solo mal di gola. In questo mese i dolori articolari dovuti all’artrosi si fanno sentire: vale la pena allora di sfruttare le potenzialità dell’agrimonia preparando con quest’erba un infuso e utilizzandolo per il pediluvio, vecchio ma insuperabile rimedio per toglierci  il “freddo dalle ossa”. Mettete 150 g di erba secca a bollire per 15 minuti e poi versate il decotto in un catino. Prendete l’abitudine di fare il pediluvio la sera, prima di coricarvi, oppure al vostro rientro a casa. Le proprietà anti-infiammatorie di questa pianta vi proteggeranno dal fastidioso appuntamento autunnale con i dolori.

TAG
TOSSE
MAL DI GOLA
RAUCEDINE
INFLUENZA
LARINGITE
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?