Aggiungi un commento

rosa maria giovanna carluccio negro raffa 31/10/2014 17:13

carissimo angileri a chi bambolona mio padre vuoi metterti contro di lui ho tutti i motivi soldi 500 e dovevo 480 fatture di gruppo e individuali e scriveva cassate nel pc ossessionato dalle cimici te le devono mettere nelle mutande

MUFFA 25/02/2014 20:59

GRAZIE dott. Morelli
ero abbonata alla rivista RIZA diversi anni orsono, dal primo anno di pubblicazione l'ho seguita per due o tre anni e poi ho smesso perchè non ricordo più in relatà il motivo particolare, ma ci fu qualche articolo che mi diede fastidio e non condividevo.
Ho ripreso a seguirla da un paio di anni, per caso vedendo alcuni filmati su youtube e poi riabbonandomi a RIZA e comprando alcuni suoi libri (ma il caso si sa che non esiste) avevo evidentemente bisogno ancora di lei, per liberare i miei sensi di colpa che hanno condizionato tutta la mia vita.
Da quando ho cominciato a lasciarmi LIBERA di essere crudele, anafettiva, invidiosa, egoista e chi più ne ha più ne metta, ho visto i miei "difetti" diminuire giorno per giorno.
Ho finalmente deciso di lasciare un marito che non amavo da molti anni e forse non ho mai amato anche a costo di lasciare i miei figli e a costo di essere definita madre "degenerata". Evidentemente non sono fatta per essere una MAMMA MODELLO.
Spero che i miei figli un giorno capiranno e comunque oggi non sono felici neannche loro ...tanto vale lasciare la mia anima libera e assecondarla.

carla villa maji 25/02/2014 17:25

...il punto centrale mi pare sia che l'anima ha il proprio modo d'essere, da questo punto di vista il passato è relativo, infatti l'anima si occupa d'altro, qualsiasi cosa avvenga essa ricerca l'armonia la consapevolezza la realizzazione, questo l'ho sperimentato fin da giovanissima perché dispiaceri o eventi traumatici non hanno benché minimamente spento la mia attitudine spirituale anzi, è anche vero che le soluzioni arrivano lasciando la presa perché in tal modo ci si connette a dimensioni oltre la nostra soggettività, noi non siamo frutto della nostra storia perché la storia nostra non c'è,siamo emergenze... per il resto, in tutte le civiltà esiste l'aspetto irato del divino, fin da piccola, quando emergeva in me tale aspetto mi chiamavano "l'aquila" e in verità mi ci riconosco, è un bel gioco quello proposto in questa conferenza, è interessante il discorso dell'animale predatore il quale è anche una garanzia di equilibrio nell'ecosistema, l'aquila protegge il cielo, la tigre la foresta, l'antico e stupefacente squalo i mari, che questi animali siano in via di estinzione è un triste segno dei tempi...

Naty 25/02/2014 16:54

Dott. Morelli la seguo dagli articoli sulla rivista "per me" un GRAZIE enorme ! lei mi ha fatto aprire l'altro occhio, giorno dopo giorno. Lasciando il passato al passato, regalandomi l'OGGI e Vedere le scintille della felicità molto spesso :)

@ cinzia 16/02/2014 16:07

Eccellente !!! Avviseremo anche la Stampa...!!! ;-D

cinzia 11/02/2014 11:16

grazie Professore per le parole semplici con cui affronta un argomento così complesso, la seguirò più spesso

rosamaria 31/01/2014 18:29

ascoltarla è sempre un grande momento per me....subisco il fascino della sua interiorita' e della sua mente superiore ...mi piacerebbe discorrere con lei

. G (Il Ginecologo) 31/01/2014 15:03

dedicato a " e spine..." : Durex - Akuel - A Tu X Tu con Hatù...

WRiza! 31/01/2014 03:14

Attendiamo la 4^ parte... :)))

e spine... 29/01/2014 14:33

a rose: dell'anima... ;-)

e anticoncezionali... ;-D