Come superare l'abbandono

 

 
Come superare l'abbandono

Quando veniamo lasciati cerchiamo sempre le cause, ma questa non è mai la soluzione al malessere. Ecco come superare l'abbandono

 

Il momento dell'abbandono

Il nuovo libro di M. G. Tumminello, pubblicato dalle Edizioni Riza.

€ 9,90 - Acquistalo qui

 

Lui, o lei, prepara la valigia e chiude la porta dietro di sé buttandosi alle spalle ciò che c'è stato fra di noi fino a pochi momenti prima. A tutti probabilmente è capitato: il momento in cui il nostro partner decide di lasciarci è un vero e proprio shock emotivo. Che sia un fulmine a ciel sereno o abbia avuto una lunga preparazione non cambia poi molto: è un fatto che ci "spezza dentro" e ci fa mancare il terreno sotto i piedi. Le tipiche frasi di circostanza - «Sento il bisogno di riflettere, non so più cosa voglio, è meglio che ci separiamo per un po'...» - hanno il potere di innescare un'enorme sofferenza. Ci sentiamo invasi da un vortice di sentimenti: tristezza, rabbia, gelosia che creano un filtro che travolge tutto ciò che ci circonda. Fiumi di pensieri cominciano ad assillarci e rendono il tutto ancora più insopportabile: «Avrà un altro»; «C'è qualcosa che non va in me»; «Cosa ho sbagliato?»... Quando una relazione finisce, infatti, cerchiamo a tutti i costi di trovare una spiegazione razionale a ciò che è accaduto andando ad indagare i perché, le cause di una scelta che ci fa stare così male.

Come vivere l'abbandono

Questo è l'atteggiamento più comune, ma il meno adatto per affrontare la situazione. Anziché logorarci per mesi andando a rovistare nel passato, dovremmo provare a pensare che gli eventi della vita, soprattutto quelli dolorosi, arrivano per farci cambiare rotta. C'è dolore, certo, ma può essere visto come una condanna senza appello, oppure come uno strumento che ci aiuta a far nascere qualcosa di nuovo. Il dolore, cioè, è un processo naturale, funzionale. Nulla in natura accade per caso. Se vi prestiamo attenzione, attraverso il dolore ci stacchiamo dal passato e iniziamo a forgiare un nuovo "me stesso", con altri interessi, altre passioni, disponibile a nuovi incontri.

Del resto quasi sempre una storia finisce perché ci eravamo "seduti", trasformandola in una quotidianità monotona, un'abitudine poco spontanea. Il nostro amor proprio non lo ammette e ci fa soffrire, ma molto spesso stavamo tenendo in vita qualcosa che non lo meritava davvero.

La "bomba" che esplode a ciel sereno ha la funzione di scuoterci da una vita artificiale e anonima.

Cosa fare allora? La parola d'ordine è stare nel presente e vedere che cosa accade. Se infatti guardiamo bene le nostre emozioni, ci accorgeremo che, per esempio, quel corso di ballo seguito con il partner e del quale non abbiamo perso nemmeno una lezione non ci appassiona più, o forse non ci ha mai veramente appassionato. Lo facevamo per compiacere lui.

Sto bene anche senza di te

9,90 euro
Rinascere dopo un abbandono

Scopriamo come affrontare l'abbandono in ogni sua fase: rimanere a galla nel periodo iniziale; smontare le false convinzioni che ci incatenano al passato; evitare gli errori che creano la sofferenza. Lasciamo alle spalle un'esperienza ormai passata e riprendere in mano la propria vita.

 
Acquista
 
O magari ci rendiamo conto che la furibonda gelosia che sentiamo adesso sta accendendo un eros che in realtà, durante la relazione, era totalmente spento. O che avevamo messo in ombra i nostri passatempi preferiti che ora finalmente possiamo riscoprire...

L'abbandono: cosa non fare

- Ricercare le cause dell'abbandono cronicizza la sofferenza. Mai chiedersi: «Perché mi ha lasciato?».

- No ai sensi di colpa. Non domandarti: «Dove ho sbagliato?». Quando si è in coppia e la relazione finisce non è mai responsabilità esclusiva di uno dei due partner. Inconsapevolmente vogliono entrambi che il rapporto s'interrompa.

- Cercare di rimediare al passato: non è risolutivo e non permette di attivare nuove risorse.

L'abbandono: fai così

- Percepisci la rabbia, la tristezza o la gelosia quando arrivano, senza sforzarti di mandarle vie: solo così verranno messe in campo nuove energie per trovare le soluzioni giuste per te.

- Rimani nel presente e osserva che cosa accade, dentro di te e nell'ambiente circostante. In questo modo scoprirai che, mentre si chiude una porta, si aprono nuove possibilità, per esempio si fa avanti un incarico lavorativo che aspettavi da tempo o arriva una telefonata inaspettata che ti apre nuovi orizzonti, interessi o modi di essere.

 

Ultimi articoli

 
 
Raimond 21/08/2014 14:01

Barby se ci riesco ti strappo una risata, dici che la tua ex avendo 35 anni dovrebbe comportarsi in maniera più matura? Prova a farti un giro dalle mie parti e quando ti capiterà di vedere 60enni con le zeppe e la panza "sblusata" fuori dalla magliettina "minimal" rivedrai sicuramente la tua considerazione.

Raimond 21/08/2014 13:49

Ciao Diego ti ringrazio per la solidarietà ma soprattutto per le tue parole che credimini non sono state affatto scontate e mi sono comunque di aiuto. Ho ripreso a seguirvi da un pò perchè sono stato fuori ed ora mi leggerò un po' di cose e magari chissà anche io potrei aiutare qualcuno con parole di conforto.

Barby 17/08/2014 09:07

Ciao Diego, grazie x il tuo consiglio, comunque a riguardo del cane, non me lo ha chiesto lei, ma ha mandato sua figlia a chiedermelo tramite sms. Gli risposi: MI DISPIACE MA NON POSSO TENERLO PERCHÉ VADO VIA QUALCHE GIORNO. E cmq ragazzi stiamo parlando di una donna di 35 anni. Ragazzi grazie di tutto, sono contento di aver ricevuto i vostri consigli.

Diego 16/08/2014 23:42

FABIO è stato un piacere leggere il tuo dispiacere. So cosa hai provato in spiaggia vedendo le altre coppie, fino a qualche tempo fa ero anche io così, ricordo che, in un momento di disperazione, ho passato una decina di minuti guardando una coppietta che giocava e rideva a distanza di pochi metri da me. Grazie al cielo ero in macchina e non mi hanno visto se no sarei passato per un guardone :P . La giornata di Ferragosto è ovviamente molto dolorosa, sopratutto in spiaggia, quindi immagino che dev'esser stata davvero dura.

Tutte le domande che ti/ci hai posto me le sono chieste centinaia di volte e credo di essermi dato le tue stesse risposte perché, come è successo a te, anche la mia ex dopo una decina di giorni stava già praticamente con un altro. Credo addirittura che ora stiano convivendo e non ti immagini quanto ci ho messo ad accettarlo. In realtà non so dirti se lo accetto ma sicuramente lo sopporto e so che non posso farci nulla ma sono rimasto basito quando lo ho scoperto.

Ultimamente, causa tutta questa sofferenza e tanta delusione, sto evitando ogni contatto col mondo femminile. VOglio evitare di uscire con nuove ragazze o esser corteggiato. Non è ciò che cerco ora. Vorrei solo tranquillità.

BARBY ammetto di aver sorriso leggendo le tue parole, sei il primo utente che mi strappa un sorriso da una storia strappa-lacrime (scusa il gioco di parole).
Che dire? Sicuramente la tue lei è una persona sentimentalmente immatura, cerca sempre il sentimento travolgente, quello da innamoramento, quello che puoi vivere all'inizio di una storia e che (giustamente) non può tornare perché è solo una fase. Un persona matura questo lo sa e si gode le fasi successive di una relazione che, a parere mio, sono anche più belle e più profonde di un semplice batticuore o cose del genere.
Ciò che mi ha fatto sorridere è stata la richiesta di tenerle il cane ma vediamolo sotto un'altra chiave: in realtà potrebbe esser un modo di avvicinarsi a te, magari inconsciamente ma comunque il desiderio c'è. D'altronde io, se avessi un cane, non lo darei ad una persona di cui non mi fido o che non stimo e per di più doverlo consegnare vi obbliga ad incontrarvi perciò ciò conferma la tesi dell'ennesimo avvicinamento o comunque un suo tentativo. Con ciò non voglio illuderti ma semplicemente cerco di dare un significato diverso alla situazione che si è creata fra voi.
Io, però, non vorrei stare con una persona così immatura sentimentalmente, ho bisogno di sicurezze e lei non me ne darebbe; ognuno è diverso e sono sicuro che a ciò che ho scritto ci hai già pensato parecchie volte.

JACK adoro la tua teoria dell'esser manipolati da psicopatiche :-) e mi trovo concorde ai consigli che hai dato a BARBY ma sappiamo entrambi che per lui non sarà facile e , come hai scritto tu, probabilmente ci ricadrà più e più volte ma penso che sia giusto così, ognuno deve fare la sua strada.

BARBY ovviamente noi capiamo benissimo la tua difficoltà ad opporti a questa situazione, quando si è coinvolti è tutto più difficle, per noi è facile dire ciò che sembra giusto o sbagliato ma solo perché non ci siamo dentro ;-) . FORZA AMICO!! NON MOLLARE!

Barby 16/08/2014 23:08

Ciao Fabio, ti ringrazio x il consiglio che mi hai dato, apprezzo molto i vostri consigli. Ma sai, quando succedono queste cose hai il morale a terra, e molte volte non hai neanche la forza di reagire, perché pensi sempre a tutto quello che ho dato in questo rapporto e x quello che ho ricevuto. Ora voglio solo trovare la serenità e spero che un giorno posso trovare una persona che mi rende felice. Grazie di cuore.. Barby

Fabio 16/08/2014 22:22

Barby ti prego lascia perdere questa persona! Ne conosco anche io di quella tipologia! Sicuramente tu dirai che lei è diversa (anche perché ci sei ricascato diverse volte...ma ogni Volta me sei sempre uscito Quidi PENSAVO A QUESTO!)
Tu sei capace Di pensare al tuo bene ed è arrivato il momento di anteporlo a TUTTO! Le persone che ti vogliono bene capiranno e secondo me ti daranno anche una mano per chiudere questa parentesi e non riaprirla mai più! OGNIUNO DI NOI NON È IL PARACADUTE DI NESSUNO E NEMMENO UNA SECONDA SCELTA!
E dal bassi della mia posizione consiglio sforzarsi di essere un po' positivi!!! Non iperattivi è perennemente in festa per ostentare una vita che non si vive realmente! Non prendetevi in giro ma provate a sorridere allo specchio la mattina! La persona vi starà difronte conosce la vostra situazione ma vedrete che vi sorriderà anche lei è voi sarete più felici anche solo per un momento!! Piccoli passi per arrivare lontano!;) buona serata a tutti!!! Spero che il correttore automatico non abbia fatto scherzi!!!:D

Barby 16/08/2014 14:21

Ciao jack, grazie x avermi risposto e di avermi detto delle belle frasi. Purtroppo e come dici, ogni volta mi faccio prendere dalle sue parole e dalle sue lacrime. Purtroppo non è facile quando si è innamorati, ma la cosa strana e che ogni volta che riesco a riprendermi ecco che spunta lei, quasi come se avesse il sesto senso.. Bah!! Ma la cosa che che più mi fa soffrire quando penso a come sono stato trattato. Comunque grazie di cuore jack!

jack 16/08/2014 13:46

Ciao Barby e benvenuto.
Sei la conferma scritta a ciò che sostengo nei post e che non finirò mai di sostenere:
Io come te e come tanti altri, siamo "vittime" di partner squilibrati, persone che hanno problemi loro irrisolti ma di cui non prendono atto e spesso rifiutano ogni forma di consiglio.
Queste persone hanno la capacità di manipolarci, di strattonarci mentalmente, lasciarci e riprenderci, facendoci ricadere sempre più esausti come pugili su un ring.
La nostra colpa è semplicemente quella di amare;
Ci innamoriamo di persone sbagliate, perdiamo lucidità e cominciamo un inseguimento dove abbandonimao noi stessi e ci identifichiamo nelle loro vite.
Alla fine di ogni ciclo c'è l'agonia di restare soli, dentro un corpo che ci è diventato estraneo e con cui non siamo più collegati emozionalmente.
Caro amico, la tua salvezza proviene da te stesso.
E` chiaro che lei continuerà con la strada del tira e molla, guidata dalle sue insicurezze e dai suoi problemi, come è chiaro che tu ci ricascherai nelle sue parole e resterai pietrificato ogni qualvolta lei si allontanerà.
Sei un uomo e devi cercare di tirare fuori gli attributi (stessa cosa per le donne "DONNE", in senso opposto).
Abbi il coraggio di cambiare qualcosa affinchè le stesse situazione non si riverifichino.
Impara a rischiare, a rifiutare e sorprenderla.
Ricorda, nessuno cambia nella vita perchè noi glielo chiediamo, ma si cambia quando lo si vuole veramente.
Sta a te farle sentire la paura di averti perso e fare autonomamente quel passo in più che le consentirà di crescere.
Se ciò non avverrà, andrà via, ma "TU NON AVRAI PERSO NIENTE".

Barby 16/08/2014 12:36

Ciao a tutti, sono nuovo, e anche io sto attraversando un brutto periodo. Sono stato fidanzato 4 anni e di cui 1 anno e mezzo di convivenza con una donna separata e una bambina che allora aveva 7 anni. Durante questi 4 anni mi ha lasciato ben tre volte di cui due volte se ne andò di casa, ed io sempre li ad accoglierla. Preciso che mi ha sempre lasciato con la stessa motivazione: NON SENTO PIÙ L' EMOZIONE CHE SENTIVO ALL'INIZIO. A settembre del 2013 mi ha lasciato e x otto mesi non ci siamo più n'è visti n'è sentiti. A maggio del 2014 comincia a farsi sentire con qualche sms e mi chiede di vedermi. Io al primo momento la evitavo ma lei non contenta venne fino sotto casa mia. Io allora decisi di non evitarla ma di sentire cosa voleva. Dopo 3 ore a parlare e buttarci in faccia le cose che sono successe mi chiede se mi poteva abbracciare. Ci salutammo e ognuno x la sua strada. ( così pensavo io). Al pomeriggio mi mando' un sms chiedendomi se mi andava di passare la notte con lei senza chiedergli il motivo, voleva stare un po' con me. Io allora decisi di accettare e sapendo che comunque il giorno dopo non l'avrei più rivista. Insomma ci siamo frequentati ancora x due mesi, lei era moto affettuosa, dolce carina, abbiamo fatto l'amore ecc ecc. dopo due mesi lei comincia a non farsi più sentire come prima, e poi ad un certo punto mi dice mi dispiace ma non sento più l'emozione che sentivo prima!! X la quarta volta!! Vi lascio immaginare come mi sono sentito in quel momento.. Ora è passato un mese e ha avuto il coraggio di chiedermi se gli potevo tenere il cane 4 giorni perché lei va al mare!! Mi sono sentito un vermiciattolo in quel momento.. MA COME SI FA AD AVERE IL CORAGGIO DI COMPORTARSI COSÌ.?? Questa e la mia storia e vorrei un vostro consiglio, grazie barby!!

jack 15/08/2014 23:31

Fabio, lascia che il tempo faccia il suo corso.
Le tue risposte emotive sono profonde, le tue reazioni sono ponderate e ti stimo per quei sorrise che, anche se solo di facciata, riesci a regalare.
Considero superficiale e irriverente l'atteggiamento della tua ex.
Sorridi: la tua ex in solo due settimane ti ha rimpiazzato, portandosi dietro tutto il suo marciume caratteriale e i suoi difetti e seppellendoli sotto l`euforia di una nuova relazione.
Presto ritorneranno a galla come escrementi nel lago in cui sta nuotando.
A quel punto ti toccherà osservarla immobile e con sorriso sornione vedendola annaspare alla ricerca di un appiglio che non ci sarà.
Notte amico.

 

Test

Che carattere hai?

Che carattere hai?

Viaggiatore, Diplomatico, Stanziale o Ribelle: fra questi c'è anche il tuo. Scoprilo con il nostro test

fai il test
 
 

Sondaggio

Ti senti spesso stanco?
Ti senti spesso stanco?

C'è qualcosa che rende faticose le tue giornate? Cosa fai per liberare le tue energie? Fai il nostro sondaggio.

 

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

L'istituto Riza di Medicina Psicosomatica, fondato nel 1979 da Raffaele Morelli insieme a un gruppo di medici, psicologi e ricercatori, ha lo scopo di studiare l'uomo come espressione dell'unità psicofisica, riconducendo a questa concezione l'interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura. 

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica
Via Quadronno 20, 20122 Milano.
Per informazioni e appuntamenti per psicoterapie: 02 58 45 96 24 (dal lunedì al venerdì, 9-13, 14-18). 

 

 

Mai più vittima

Mai più vittima

9,70 €
Acquista