Aggiungi un commento

Raimond 16/09/2014 12:53

Ciao a tutti
Che dire sto continuando a vivere cercando il più possibile di andare avanti considerando la fine della storia che ho avuto non come una fine ma come un nuovo inizio. Certo è difficile lo ammetto ma da un pò di tempo a questa parte sto cominciando ad avvertire un cambiamento dentro di me e questo anche grazie al fatto che so di poter contare su un aiuto esterno, un aiuto distaccato che non dice ne quello che vorremmo sentirci dire ne quelle superflue ed inutili chiacchiere da paese che spesso ci riversano addosso amici e conoscenti molto spesso per sfogare le loro frustrazioni o cementificare le loro certezze più che per aiutarci anche se in buona fede. Fa ancora molto male pensare a lei ed a come la sua vita andrà avanti senza di me ma è anche vero che tutto quello che penso non è altro che una elaborazione delle mie paure ed ammesso e non concesso che avvengano determinati eventi (Allontanarsi e non sapere più nulla serve eccome altro che stare li a darci coltellate da soli perchè dobbiamo sapere,dobbiamo capire) io ho una vita mia da vivere ed anche ognuno di voi ce l'ha. Per chi di voi non ha la possibilità di staccare completamente non ho ne parole ne consigli da dare perchè ogni tanto provo ad immaginare se fosse così anche per me ed il dolore è davvero lancinante, ma a costo di sembrere stucchevole nel ripermi vi dico solo di non aver paura di chiedere aiuto e non vergognatevi della vostra disperazione o del perchè pensate di essere stati ingannati e di aver vissuto solo una illusione, se siamo in grado ancora di amare la vita, di amare noi stessi, un giorno saremo di nuovo in grado di amare tutto il resto.

Ir 15/09/2014 03:25

mic mi trovo nel tuo stesso stato emotivo e l'ora in cui ti scrivo ne è testimone. in passato l'abbandono mi ha causato un'insonnia cronica che si è prolungata per anni, ma questo solo perchè cercavo di nascondere il mio dolore e questo veniva fuori in altre forme. adesso invece, seppur a seguito dell'ultimo abbandono non riesca a dormire bene, mi sto sfogando, sto permettendomi di lamentarmi, e questo aiuta il fisiologico scorrere delle cose. a presto

andrea 12/09/2014 20:13

perche'continua a torturarmi sta con un altro e mi chiama per scemenze e per umiliarmi sono passati 4 anni e continua nonostante tutto.....................sto impazzendo

Mic 12/09/2014 15:33

Grazie Ragazzi, è bello confrontarmi con voi, nel frattempo continuo a piangere, anche oggi al lavoro, sono dovuto scappare in bagno per non farmi vedere, sento un dolore al petto fortissimo, mi manca il fiato, per la prima volta in vita mia mi trovo confrontato alla famosa sensazione di quando ti si spezza il cuore (anche se so che fisicamente non è quello). Ormai è un mese che piango tutti i giorni, e davvero non pensavo che si potesse stare così male, sono arrivato a capirlo soltanto a 35 anni, sembra che devo piangere con gli interessi tutti i momenti di gioia avuti assieme tutti dicono di trovarmi un hobby.... ma non so neppure dove girare la testa non riesco a reagire e mi lascio traspotare dagli eventi e trascinare come un peso morto dagli amici..... ho paura di cadere in una forte depressione

SILVIA 11/09/2014 19:09

PER MIC

Mic pensa a cosa vuoi trasmettergli ... se lo saluti arrabbiato gli trasmetti il tuo dolore, se lo saluti felici gli "scarichi" la coscienza perchè pensa che stai bene ... forse la cosa migliore è fare un saluto formale, che trasmette educazione ... ma non fa trasparire nè gioia ne dolore.
Rispetta sempre la tua dignità.

PER DIEGO

Diego per l'azione di tua cugina non sai quanto ti capisco.
Io dieci giorni dopo essere stata lasciata vado a casa sua per "prendere una beccata d'ossigeno" e trovo lui con una nostra amica in comune che gli faceva massaggi. Stava una favola ... penso che il "benissimo" di tua cugina era anche il "benissimo" del mio ex.
Eppure questo non è bastato ... ho continuato a implorarlo, a cerecare di "convincerlo" in tutti i modi che "NOI" eravamo perfetti.
Un anno e mezzo così.
Alla fine ne sono uscita e sono letteralmente sparita: mi sono resa conto che sono loro certe cose le devono capire/provare da soli e se non le capiscono ... non possiamo di certo fargli il lavaggio del cervello e sopratutto se non rispettiamo per primi la nostra dignità, loro non si faranno nessun problema a prenderci per scontati o a mancarci di rispetto.

Dopo un anno di mia completa sparizione, riappare lui. E' da sei mesi che ogni tanto si fa sentire, ultimo messaggio due sabati fà: scherza, fa battute.
Un pò di effetto me lo fà ... però sono decisa a rimanere ferma ... prendo il messaggio per quello che realmente è: un messaggio. Niente film, niente paranoie niente. Blocco il cervello.
Spero che questo serva a tutti per capire che le frasi fatte "fai sentire la tua assenza a chi non apprezza la tua presenza" ... bhe sono vere.

Diego 11/09/2014 18:37

MIC nemmeno io riuscivo a dormire serenamente. Mi svegliavo prestissimo, intorno alle 05:30/06:00 e sopratutto mi svegliavo in preda ad un attacco d'ansia che partiva pochi secondi dopo aver riaperto gli occhi. Purtroppo anche qui non c'è cosa che tu possa fare, devi aspettare, il primo periodo è così c'è poco da fare. Fra un mesetto il tuo sonno sarà più regolare.
Il saluto è un bel problema, tutt'ora mi porgo i tuoi stessi dubbi ma francamente non so se sorridere sia la cosa più giusta.
L'ideale sarebbe un saluto neutro ma, francamente, chi caspita sa fare un saluto neutro in queste situazioni? mi sembra quasi impossibile perciò a questo punto mi vien da dirti che forse è meglio un sorriso di un saluto sgarbato.

Mic 11/09/2014 14:20

Ragazzi, continuo a leggere i vostri post... e il fatto "mal comune mezzo gaudio" mi rincuora, ma posso chiedervi una mano??? Io è da un mese che non riesco a dormire, ciò non fa che peggiorare il mio stato psico-fisico.... mi sveglio alle 5 del mattino e non riesco più addormentarmi, mi viene in mente quello che ho letto sul telefonino del mio ex compagno e mi sale una rabbia incredibile, rabbia per come sono stato deficente a non accorgermi di ciò che accadeva, rabbia per essere rimasto tanti anni accanto a una persona così viscida e meschina, rabbia per tanto altro e mi chiedo come mai mi manca così tanto e perchè malgrado tutto ne sono ancora innamorato (anche se non lo rivvorei mai più indietro)!!! Olre a questo c'è il fatto che sto cercado di riprendere contatto con tutti gli amici persi in questi anni, mi hanno proposto una serata in discoteca, beh, ho paura di rincontrarlo con uno degli amanti fissi che aveva, ovvio che non voglio precludermi una serata tra amici, se dovessi incontrarlo in nuova compagnia come mi devo comportare? So che dovrei salutare con un sorriso ed essere cortese (malgrado le diverse umiliazioni subile) ma non so se proprio ne sarò capace!!!!

Diego 11/09/2014 00:49

Ragazzi questa la dovete sapere!
Mia cugina 5 giorni fa ha lasciato il suo fidanzato col quale stava da 9 anni. Ha sofferto molto nei giorni precedenti e la ho vista davvero disperata il giorno in cui lo ha mollato definitivamente.
Oggi, a distanza di soli 5 giorni, le chiedo come sta e la sua risposta è: "benissimo!" Con tanto di smail sorridente. Mia cugina l'ho pure incontrata ieri per la strada e aveva un viso sereno mentre passeggiava con un altro ragazzo.
Ora sapete cosa mi sono immaginato?
Ho immaginato che la mia ex abbia avuto la stessa reazione e dopo una settimana sia riuscita già a dimenticarmi come ha fatto mia cugina col suo ex. Ciò è paradossale per noi ipersensibili ma, a quanto pare, è cosa fattibile per altre persone.
Se pure la mia ex si fosse comportata così mi sento quasi uno scemo ad aver sofferto così tanto per una con questo atteggiamento. È tristissimo e contemporaneamente lo trovo assurdo.
Ciò non mi farà superare al 100% il mio abbandono ma vi invito a rifletterci e ad applicare lo stesso ragionamento alla vostra condizione.

Diego 10/09/2014 22:22

Le parole di Silvia rimbombano nella testa e nel cuore di chiunque le legga perché fanno un male cane.

Per noi quella persona era il grande amore? Noi per quella persona no.

Già, questo è duro da accettare e lo è ancor di più se qualcun altro si è sostituito a noi ma purtroppo questa è la realtà.
Ora ho qualche flash, qualche ricordo di lei ma sono passati 6 mesi e per fortuna il tempo risana le ferite.
Ragazzi lo dico a voi: REGGETE! LASCIATE PASSARE I MESI E VEDRETE CHE STARETE MEGLIO. Ve lo dice uno che pochi mesi fa era nella vostra stessa identica situazione e che almeno adesso respira serenamente.
Ogni tanto soffro ma più che una sofferenza ormai è un dispiacere: un dispiacere per non avercela fatta, non esser riuscito a tenerla con me, in un modo o in un altro ho fallito e questo mi è difficile da accettare. Le lacrime non scendono più ....cacchio lo ho detto, quando lo si dice poi capita il contrario. Va bhé , in tal caso ripiangerò ma almeno passo dei giorni in cui il malessere è più che tollerabile.
TENETE DURO

Silvia 10/09/2014 19:02

A volte dobbiamo semplicemente rassegnarci e predenre consapevolezza che le cose finiscono.
Per noi quella persona era il grande amore? Noi per quella persona no. E' tosto, umiliante, ci ammazza l'autostima, ci spacca il cuore, ma è la triste verità.
Allora iniziao a dannarci per capire perchè, come, quando ecc ecc ... ma sono domande tortura a risposte che non avremo.
Dobbiamo sforzarci di guardare oltre .. senza "infognarci" a cercare la spiegazione. Spesso sarà il tempo a darla senza che noi ci preoccupiamo più di tanto.
Lo so che a parole è semplice, ma io per prima per sopravvivere ed uscire ho dovuto fare questo: se vi consola sappiate che ci ho messo più di un anno.