Aggiungi un commento

Paola 04/12/2016 09:48

Credo che il claustrofobico abbia paura di negarsi delle possibilità alternative di fuga...di messa in salvo.
Lo penso perchè osservo un amico che ne soffre ed è un tipo in gamba, abituato a decidere.
Io, che non sono abituata a decidere, non soffro di questa fobia...però non mi dispiacerebbe imparare a decidere.
Non soffro di agorafobia , in compenso.

Silvana sgro 01/12/2016 20:05

Ho sofferto di claustrofobia per molti anni .Il primo episodio si manifesto'durante la fase di trapianto di midollo osseo di mio marito .
Oggi a distanza di 20 anni da quel promo episodio posso dichiarare di aver superato il mio problema gia'da circa sei anni.Il percorso non e'stato semplice ho lavorato su di me facendo una conquista alla volta.
L'articolo lo trovo interessante ....riconosco le condizioni di disagio che hanno preceduto l'esplosione.....mi riconosco in questo articolo. Grazie

Alchimista 01/12/2016 14:50

Vero !!!

Pat 01/12/2016 13:15

Verissimo!

Momi 01/12/2016 13:13

Conosco il sintomo della claustrofobia...associato alla presenza precisa di alcuni parenti!caspita se è vero!la sensazione è proprio quella di sentirsi risucchiati e vampirizzati...perciò l'unica "scappatoia"....è proprio la fuga!