Aggiungi un commento

giovanna pettinicchio 23/08/2016 00:47

Io credo a quello che e quanto accaduto nel'infanzia, le preferenze dei genitori verso uno o l'altro figlio, sdegno esempio. Le mancanze degli affetti che determinano il carattere... .poi c'è la capacità di ognuno di noi di buttare via il fardello e ricominciare. Chi ha avuto una forte depressione come me e si è curata e si è analizzata ed ora riesce anche a ridere delle cose che l 'hanno ferita, è guarita , secondo me

Diego 04/08/2016 11:01

O meglio...credere che lo psicologo o la psicologa o lo psicoterapeuta possa risolvere il problema....Comunque sia l'errore si può correggere lo sbaglio no. ( A mio avviso, ovvio )

Diego 03/08/2016 20:28

L'errore, a mio avviso, è credere che esista la soluzione.

Paola 28/07/2016 07:50

Ogni valutazione che si fa, implica in sé un problema da gestire.
I problemi sono il pane quotidiano del nostro pensare... mantengono vivo il cervello perché lo fanno lavorare...
L'errore è credere che esista da qualche parte la soluzione.
La vita non insegue un obiettivo: vivere è un procedere costante e inesorabile verso il cambiamento, consapevole o no.
I problemi si superano, spontaneamente.