Ricerca

La tua ricerca per vacanza ha prodotto 123 risultati:
Sei pronto per le vacanze? - Sondaggio - Riza.it
sondaggio

Sei pronto per le vacanze? - Sondaggio - Riza.it

Quando sei in vacanza… Resti fedele alla tua dieta, non vuoi prendere neppure un etto Ti rilassi, ti godi il buon cibo e dimentichi i sacrifici Ti concedi qualche strappo, ma senza esagerare 1/3 ...

Pronto soccorso naturale per l'estate - Cure naturali
shop

Pronto soccorso naturale per l'estate - Cure naturali

Pronto soccorso naturale per l'estate salute_benessere libro, omeopatia, fitoterapia, oligoelementi, fiori di Bach, oli essenziali, rimedi casalinghi Autore: Istituto Riza di Medicina Psicosomatica Tutti i rimedi più efficaci da portare con sé in vacanza ...

La vita: un viaggio che ti spaventa o ti attrae? - Test - Riza.it

La vita: un viaggio che ti spaventa o ti attrae? - Test - Riza.it

elastici di fronte alle novità. E tu? Cosa ti porti a casa da una vacanza ... vacanza ...

Il pronto soccorso naturale - Sondaggio - Riza.it
sondaggio

Il pronto soccorso naturale - Sondaggio - Riza.it

In base alla tua esperienza, quali sono i problemi sanitari che hai più spesso dovuto affrontare in vacanza? Stati febbrili Problemi dermatologici (scottature, punture d'insetti ecc.) Problemi gastrointestinali Dolori articolari 1/5 ...

Vacanze: gli errori da evitare! - Riza.it
psicologia

Vacanze: gli errori da evitare! - Riza.it

Qual è il giorno più stressante dell’anno? Strano da dirsi ma quello della partenza per le vacanze. Ma c’è di più: in questa paradossale classifica di infelicità, tra i primi posti, c’è anche il giorno del ritorno dalle ferie. Come si spiega? Perché le vacanze diventano troppo spesso il periodo più snervante dell’anno? La colpa è di quello che portiamo con noi in viaggio: una mentalità rigida che nemmeno il cambio di panorama riesce a scalfire. Partiamo con in testa un preciso dovere: riposare, rilassarci, divertirci. Ma come si può conciliare la vacanza con un imperativo? Il viaggio è, al contrario, il tempo del potere, non certo del dovere… Leggi anche: ansia in ferie? Così te ne liberi Leggi anche Via i rimpianti, pensieri fissi e pesi mentali Come liberare il cervello dalle tossine del passato €9.70 €7.00 Scopri Liberati dai ruoli di sempre Adeguarsi per il quieto vivere è il modo più diretto per scontentare tutti ed è quello che è successo ad Anna, abituata ad andare in vacanza con i figli, i parenti e gli amici e a cucinare per tutti. Non volendo deluderli, passava le giornate a serbare rancore, risultando poi indisponente. Quest’anno però si è rifiutata di prendere in mano le pentole. Risultato? Non si è mai divertita tanto e gli altri non l’hanno mai trovata così allegra e simpatica. Questo perché la vacanza è il momento migliore per “scappare” dai rapporti pesanti e dall’immagine di sé tutta doveri e ruoli. Portare in vacanza le stesse dinamiche che si vivono a casa, significa non partire affatto, come dimostra anche la storia di Ines e Paolo. Pure alle Maldive hanno trascorso sette giorni a litigare, rinfacciandosi le reciproche mancanze, proprio come in citta, ma insistere e ostinarsi non serve: solo cedendo e lasciando correre, si spezzano le corde che ti imbrigliano e puoi davvero spiccare il volo! In vacanza non importi niente La vacanza non è il tempo per fermare la vita e non fare niente, non è questo il riposo che ci serve. Semmai quello per smuoverla, lasciando emergere le inclinazioni e i talenti che possono ... bisogna neanche trasformare la vacanza in un progetto di lavoro, come ha ... . vacanza stress da vacanza ansia da vacanza psicologia ...

Vacanze: gli errori da evitare! - Riza.it

Vacanze: gli errori da evitare! - Riza.it

Qual è il giorno più stressante dell’anno? Strano da dirsi ma quello della partenza per le vacanze. Ma c’è di più: in questa paradossale classifica di infelicità, tra i primi posti, c’è anche il giorno del ritorno dalle ferie. Come si spiega? Perché le vacanze diventano troppo spesso il periodo più snervante dell’anno? La colpa è di quello che portiamo con noi in viaggio: una mentalità rigida che nemmeno il cambio di panorama riesce a scalfire. Partiamo con in testa un preciso dovere: riposare, rilassarci, divertirci. Ma come si può conciliare la vacanza con un imperativo? Il viaggio è, al contrario, il tempo del potere, non certo del dovere… Leggi anche: ansia in ferie? Così te ne liberi Leggi anche Via i rimpianti, pensieri fissi e pesi mentali Come liberare il cervello dalle tossine del passato €9.70 €7.00 Scopri Liberati dai ruoli di sempre Adeguarsi per il quieto vivere è il modo più diretto per scontentare tutti ed è quello che è successo ad Anna, abituata ad andare in vacanza con i figli, i parenti e gli amici e a cucinare per tutti. Non volendo deluderli, passava le giornate a serbare rancore, risultando poi indisponente. Quest’anno però si è rifiutata di prendere in mano le pentole. Risultato? Non si è mai divertita tanto e gli altri non l’hanno mai trovata così allegra e simpatica. Questo perché la vacanza è il momento migliore per “scappare” dai rapporti pesanti e dall’immagine di sé tutta doveri e ruoli. Portare in vacanza le stesse ... imbrigliano e puoi davvero spiccare il volo! In vacanza non importi niente La vacanza non è il tempo per fermare la vita e non fare niente, non è ...

Buone vacanze a tutti! - Riza.it
raffaelemorelli

Buone vacanze a tutti! - Riza.it

Caffè de La Versiliana Viale Enrico Morin, 16 Marina di Pietrasanta (LU) INGRESSO LIBERO raffaele morelli auguri buone vacanze vacanza ...

Vacanza con il nuovo compagno: e i figli? - Riza.it
figli felici

Vacanza con il nuovo compagno: e i figli? - Riza.it

Ci scrive una lettrice di Riza psicosomatica, presentandoci un problema molto diffuso: “Io e mio marito, dopo un periodo di forte crisi, abbiamo deciso da poco di separarci. Ho pensato di dedicare l’imminente vacanza al mare per presentare ai miei bambini il mio nuovo compagno e fare in modo che, trascorrendo del tempo insieme, si conoscano e familiarizzino. Faccio bene a utilizzare proprio la pausa estiva per “ufficializzare” la mia nuova relazione?”. Con i nuovi affetti occorre prudenza Le vacanze dovrebbero rappresentare l’occasione per intensificare il rapporto con i propri figli e per riconquistare spazi di affettività. Spesso, però, diventano, dopo la fine di un matrimonio, il pretesto per presentare ai bambini il nuovo fidanzato o la nuova fidanzata della mamma o del papà. È possibile, però, che i bambini, costretti ad adattarsi a una vacanza “allargata”, si sentano defraudati, dal nuovo partner del genitore, dei loro spazi esclusivi di gioco e di dialogo, importantissimi soprattutto d’estate. Per i bambini, allora, la presenza di un nuovo arrivato potrebbe risultare dolorosa, soprattutto se si parte per una vacanza da tempo desiderata e se la famiglia allargata è ancora alle prese con problemi di integrazione e di accettazione e, di conseguenza, il fatto di stare tutti insieme, condividendo gli stessi tempi e gli stessi spazi, non rappresenta un piacere ma un obbligo. Tutto questo per dire che è sconsigliabile proporre ai bambini una vacanza soltanto “a misura di adulto”, imposta dal genitore senza tener conto dei bisogni dei bambini, con l’obiettivo, magari, di conciliare in un’unica situazione gli spazi riservati a loro con quelli da dedicare al nascente rapporto di coppia. Leggi anche Liberati dalle trappole emotive Non farti più condizionare e manipolare da nessuno €9.70 €7.00 Scopri Rischi e alternative Il risultato potrebbe deludente e portare ad allontanamenti emotivi e a blocchi della comunicazione, dell’affettività e dell’intesa tra genitori e figli. Se possibile, molto meglio organizzare due vacanze separate: una solo con i figli, in cui godersi l’unicità di questo rapporto, l’altra solo con il partner per assaporare il piacere di stare in coppia, specie se il rapporto è ancora agli inizi. Le vacanze tutti insieme sono auspicabili solo se i rapporti sono ampiamente rodati: prima di progettarle è importante che i figli e il nuovo partner abbiano avuto diverse occasioni per conoscersi, passare del tempo insieme e, in questo modo, collaudarsi. vacanza figli separati vacanza figli divorzio famiglia_figli ...

Libera la creatività in vacanza - Psicologia e benessere
shop

Libera la creatività in vacanza - Psicologia e benessere

Libera la creatività in vacanza Autore: Istituto Riza di Medicina Psicosomatica Test psicologici, mandala da colorare, consigli, esercizi e frasi utili per valorizzare i tuoi lati nascosti ...

Famiglie allargate: come vivere le ferie - Riza.it
figli felici

Famiglie allargate: come vivere le ferie - Riza.it

Le vacanze sono il momento più difficile per le coppie appena formate e che hanno bambini nati da matrimoni precedenti. Succede spesso che persone che si sono separate da poco, quando incontrano un nuovo partner con il quale si trovano bene, pensino di poter ricostruire una nuova famiglia. Così, al momento delle vacanze, partono tutti insieme. L’idea è quella di andare d’accordo: lei farà da mamma ai bambini di lui, il nuovo compagno diventerà un altro papà, i fratellini giocheranno insieme e faranno amicizia. Ma formare una nuova famiglia in fretta, dove tutti vadano subito d’accordo è molto difficile. Occorre pazienza e qualche buona regola. Il consiglio: vacanze separate per le nuove coppie Leggi anche: L'autostima Come vincere l'insicurezza e ritrovare fiducia in se stessi €9.90 €7.00 Scopri Una coppia appena formata ha bisogno di spazi intimi e privati che, in presenza di figli, sarebbe impossibile trovare. Specialmente se i bambini sono piccoli è facile che nascano gelosie, rivalità, voglia di avere il proprio genitore tutto per sé. Con gli adolescenti la situazione è più facile, perché i ragazzi organizzano in modo indipendente i loro rapporti. Il nostro consiglio è che ogni partner vada in vacanza con i propri figli e riservi una settimana alle vacanze di coppia, meglio da soli. Approccio progressivo Per fare abituare i bambini all’idea del nuovo partner, potrebbe essere utile che lui faccia prima una visita di un paio di giorni durante le vacanze. È un approccio morbido: più è soft il contatto, più tutto si svolgerà in modo naturale, meno tensioni si creeranno. Parola d’ordine: niente fretta Potranno essere necessarie diverse prove, numerosi incontri tutti insieme prima che le cose si assestino e non ci siano tensioni: non abbiate fretta. Il nuovo assetto ha bisogno di tempo e il “metabolismo” dell’accettazione forse comprenderà silenzi e qualche chiusura da parte dei figli: è normale. Ricordate che meno forzerete la mano a figli e partner, più favorirete la spontaneità che è l’unica a garantirvi una convivenza serena. Tre cose da fare - Mai criticare il genitore assente Nessun figlio accetta che il proprio genitore riceva delle critiche, tanto meno dal nuovo partner di mamma o papà. Astenetevi da qualsiasi commento, positivo e negativo. - Evita di proporti come “seconda” mamma o papà Se vuoi essere accettato/a dal figlio del tuo compagno, non cercare mai di dargli ordini e non essere troppo affettuosa o compiacente: questo spetta al genitore e tu non lo sei. - Sii naturale con i tuoi figli e i suoi Comportati come ti viene spontaneo, non cercare di essere quello che non sei. I bambini sono intelligenti e sensibili: si accorgono quando qualcuno “recita” e non si lasciano ingannare. Mio figlio è geloso del nuovo partner Tuo figlio, che magari a casa ti accusa di stargli sempre addosso, in vacanza, proprio perché c’è il tuo nuovo partner, si lamenta che lo trascuri. E il tuo partner lamenta lo stesso inconveniente! Altro problema: i due non si parlano e tu devi fare da “interprete”. O ancora: ognuno vuol fare il contrario di quello che desidera l’altro…che fare? La soluzione: non forzarli a diventare amici Deve essere vacanza per tutti, anche per te, che rischi di rimanere sospeso tra sensi di colpa e frustrazione. Il problema, forse, è averli messi insieme quando non erano “ancora pronti”. In ogni caso, non sono tenuti a diventare “parenti”, anzi, meno glielo chiedi, più hai probabilità che il rapporto diventi amichevole. Intervieni il meno possibile e lascia che ognuno di loro decida quanta confidenza dare all’altro. Se tuo figlio ha paura di essere trascurato, concedigli qualche attenzione in più: lui è un bambino, l’altro un adulto. Il bambino di lui mi considera un’intruso È la prima volta che vai in vacanza con il tuo partner e suo figlio e ti piacerebbe instaurare un rapporto rilassato e amichevole col bambino. Non è detto che avvenga: il ragazzino potrebbe avere delle resistenze nei ... del tempo fluido della vacanza per alternare attività comuni a momenti “a ... sollecitati a trovare in autonomia un loro equilibrio. vacanze vacanza ...

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 .... 13
morelli
Il blog di Raffaele Morelli

Le piccole cose che ti cambiano la vita

La felicità dipende dall’atteggiamento mentale e dal modo in cui guardi le cose. Se lo cambi, inizi a scorgere preziose occasioni dove prima vedevi solo ostacoli. In questo video...